Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO: TURI DECIDE

sc media_1

Una proposta per il prossimo anno scolastico che raccoglie un giudizio favorevole dalla realtà scolastica della “R. Resta” di Turi, è la formazione di un Istituto Comprensivo.

Con delibera di Giunta Comunale 131 del 14 novembre, infatti, sentiti i pareri delle Istituzioni scolastiche interessate, l’Amministrazione comunale ha approvato il Piano Comunale di riorganizzazione della Rete scolastica a.s. 2012/2013, prevedendo così la costituzione nel nostro territorio, di un Istituto comprensivo che accorpi gli Istituti scolastici della Scuola dell’Infanzia e Primaria con la Scuola Secondaria di I grado. Tale risoluzione è stata quindi trasmessa alla Provincia di Bari, all’Ufficio Scolastico Regionale e ai Dirigenti scolastici della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado di Turi, per i provvedimenti di competenza. Si attende pertanto il giudizio finale della Regione per conoscere il futuro scolastico del territorio turese.

Sin dallo scorso anno ci occupammo di questo argomento ma, come tutti i nostri lettori ricorderanno, il responso finale della Regione Puglia fu negativo e non si potè procedere, come entrambi i Dirigenti auspicavano e la stessa Amministrazione Comunale accettava, alla costituzione di un Istituto Comprensivo.

Oggi, come si legge dalla stessa delibera in precedenza menzionata, a seguito di una disposizione, la 2410 del 2 novembre 2011 della Regione Puglia sulle “Linee di Indirizzo Regionali per il dimensionamento della rete scolastica e la programmazione dell’offerta formativa 2012/2013”, entro il 15 novembre il Comune ha adottato il Piano riguardante il dimensionamento.

L’Istituto turese sarebbe costituito da più di 1000 alunni rappresenterebbe, come la stessa Amministrazione dichiara nelle motivazioni, un valore aggiunto per l’utenza, ponendosi come un sistema integrato di interventi culturali, educativi e formativi a vantaggio dei soggetti in età evolutiva.

A differenza dello scorso anno, però, come si legge nella delibera comunale 131, l’Amministrazioni ha ricevuto un parere negativo alla costituzione di un Istituto Comprensivo, dagli Organi Collegiali della “P. De Donato Giannini”, ma non ha mancato di avanzare la proposta alla Regione, similare a quella dello scorso anno, poiché, ritenuta rispondente alle regole previste, e priva di un’adeguata motivazione al successivo parere negativo dello scorso dicembre 2010.

I plessi delle due scuole Primaria e Secondaria di I grado è unico e un comprensivo sarebbe appropriato perché composto da edifici adiacenti e spazi comunicanti. Inoltre la Scuola secondaria di I grado ha una serie di strutture quali aule, palestra, auditorium e laboratori attrezzati, in grado di accogliere anche gli alunni della Scuola Primaria.

Dal punto di vista organizzativo - didattico, infine, la scuola turese potrebbe contare su un unico Dirigente Scolastico che accompagni i ragazzi dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Secondaria di I grado.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI