Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

4 NOVEMBRE: ONORE AI CADUTI, ONORE ALLE FORZE ARMATE

CIMG9115

A due giorni  dalla commemorazione dei defunti, due celebrazioni, una religiosa ed una civile, per rendere “grazie” al lavoro continuo dei “portatori di pace”, quali sono le Forze Armate e onorare i nostri caduti in guerra e tutte le vittime della violenza nel mondo. “Pellegrini della Pace” ha detto Benedetto XVI e ripetuto da Don Maurizio durante l’omelia in Chiesa Madre, affinchè il dialogo e la parola dossolva ogni violenza, ogni rancore, ogni odio. Spesso anche la ricerca della propria felicità è derivata da un atto di violenza nei confronti del prossimo. E questo accade quando ormai l’uomo si allontana da Dio e si fa brutale nei confronti dell’altro uomo. “In questa giornata – commenta ancora il parroco – preghiamo non solo la pace, ma anche il coraggio di eroi, di veri cristiani, che hanno e giornalmente operano per la patria, per la pace, per la fede”. La Pace come valore dell’umanità, è quella sottolineata da Don Maurizio nel pomeriggio del 4 novembre, durante la Festa dell’Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate.

 Pace, libertà e democrazia, i valori sostenuti anche dai ragazzi della Scuola Media “R. Resta”, durante la cerimonia civile eseguita in piazza A. Moro, vicino al monumento dei caduti, sostenuti dalle parole del sindaco dei ragazzi e dallo stesso Sindaco Gigantelli. Un 4 novembre 2011, in cui ricorrono i 150 dell'Unità Nazionale si festeggiano gli italiani hanno saputo combattere, vivere e morire per formare un’Italia Unita e creare così un’identità culturale. Le Forze Armate italiane sono la sicurezza e la stabilità nella nostra Nazione e nelle aree più critiche del mondo, compito che richiede il sostegno del mondo civile affinché siano poste in condizione di affrontare efficacemente le nuove minacce che affiorano all’orizzonte.

Tra qualche minuto, anche un breve video del pomeriggio....

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI