PDL: AL VIA I CONGRESSI PROVINCIALI

quagliarello_vs_fitto

Il Pdl terrà i suoi congressi provinciali per l’elezione dei segretari tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre. Il tesseramento del Pdl scadrà il 30 ottobre. Mentre la settimana prossima si riunirà il tavolo per definire le indicazioni sulla scelta dei candidati alle amministrative. Intanto all’interno del Pdl si accende il dibattito sulle primarie. Il ministro per le politiche giovanili ha sostenuto che anche lo stesso Berlusconi dovrebbe sottoporsi al rito delle primarie.

Quagliariello non ci gira intorno quando: “occorre fare congressi, tessere a basso costo con tanti iscritti e poi adottare una scelta popolare per i candidati alle cariche isituzionali”. Il nuovo regolamento targato Pdl non prevede il voto ponderato, ma il principio di ’una testa un voto’: “Chi si iscrive avrà diritto a votare questo sistema impedisce il controllo delle tessere. Si tratta di un meccanismo rigoroso visto che l’iscrizione avviene mediante un bollettino a cui vanno allegati anche gli estremi della carta di identità. Per gli associati si va da 50 euro fino ai 1.000 per i parlamentari. Mentre gli aderenti che hanno solo diritto di voto attivo il costo della tessera è di 10 euro.

Quagliariello non ci gira intorno quando: “occorre fare congressi, tessere a basso costo con tanti iscritti e poi adottare una scelta popolare per i candidati alle cariche istituzionali”. La batosta delle amministrative a livello nazionale brucia ancora ed è per questo che Quagliariello invita a riflettere: “la sconfitta deve avere una risposta chiara e inequivocabile. Il partito deve cambiare metodi di selezione della classe dirigente”