Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

S.O.S SCUOLA

sc_elementare

L’inizio del nuovo anno scolastico 2011/2012 riaccende un dibattito che già da anni alimenta polemiche tra i genitori:  il peso di zaini e cartelle che accompagnano gli alunni nella vita scolastica. Il problema del peso dei libri di testo e del materiale didattico trasportato giornalmente dagli studenti, è  motivo di grande preoccupazione per i riflessi che può avere sulla salute ed, in particolare, per i danni che può determinare sulla colonna vertebrale di soggetti ancora in formazione.

Ricordiamo infatti  che il peso dello zaino non può superare un "range" compreso tra il 10 e il 15 per cento del peso corporeo. Il "range" inoltre, non può essere interpretato in senso rigido e vincolante perché andranno comunque considerate altre variabili come: la configurazione fisica dello studente con particolare riguardo alla massa muscolare ed alla struttura scheletrica ed infine il tempo e lo spazio di percorrenza con il carico dello zainetto. La problematica legata all’eccessivo peso delle cartelle non è l’unica che in questi giorni alimenta le polemiche dei genitori; numerosissime risultano infatti le lamentele legate al “caro libri”.

E mentre le scuole si giustificano dando la colpa alla riforma Gelmini, che ha introdotto nuove materie facendo lievitare il numero di libri e di conseguenza i costi, le famiglie si rivolgono ad alcune cartolibrerie, presenti nel nostro paese, che fanno compravendita di libri usati. “Ogni anno la situazione è la stessa – afferma una mamma – ci si lamenta del peso degli zaini e del caro libri, ma nessuno prende provvedimenti affinché questa problematica trovi una risposta.

E se osiamo minimamente esporre la questione alle autorità competenti ci rispondono dicendoci di adottare zaini provvisti di rotelle e libri usati.” Auspicandoci che queste problematiche trovino al più presto una giusta e consapevole soluzione, auguriamo un buon anno scolastico a tutti coloro che in questi giorni lasciando alle spalle un’estate ormai andata, si apprestano a rituffarsi nel faticoso e formativo mondo della scuola.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI