Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

LA VILLA COMUNALE CAMBIA I SUOI COLORI

villa_turi_8

Cosa è successo alla nostra villa comunale? Ormai calato il sipario della grande festa e tolta ogni sorta di luminaria, la villa comunale di Turi sembra immersa in un velo d’autunno che sta trasformando i suoi colori da verdeggianti in brulli.

Passeggiando tra le aiuole sembra immergersi in un paesaggio differente rispetto a quello di qualche giorno fa, quando l’attenzione di tutti era rivolta a far splendere il nostro paese ed accogliere i tanti appassionati dei grandi festeggiamenti cittadini. È calato il silenzio, o forse l’interesse, a curare il verde cittadino che ormai di verde ha ben poco. Basta osservare le foglie sugli alberi, i cespugli sparsi qua e là o la copertura delle stesse aiuole per rendersi conto che in realtà l’autunno non ha ancora fatto la sua comparsa nella nostra natura, ma che la vegetazione sembra quasi bruciata, arida, ansiosa di cure e di trattamenti che pare non ricevere da diverso tempo.

Le aree verdi sono state lasciate seccare per dar spazio ad una desertificazione che alimenta lo scontento dei cittadini, incapaci di trovarsi immersi in un “polmone verde” e cadere in prati in cui si alternano verde e chiazze gialle di erba ormai inesorabilmente seccata. Secchi risultano essere anche alberi che mettono in dubbio il funzionamento degli impianti di irrigazione.

L’auspicio è che presto qualcuno si accorga della necessità di operare tempestivamente per non perdere la vegetazione cittadina, zona di ritrovo per tutti e uno dei pochi punti verdi della nostra Turi.

Commenti  

 
fattore k
#2 fattore k 2011-10-11 13:50
Verissimo..lo stato di degrado e la mancanza di un impianto di irrigazione si fa sentire..Diciamo tanto che a Turi manca il verde..ma nemmeno quello che abbiamo sappiamo gestire!!
Citazione
 
 
Rocco
#1 Rocco 2011-09-17 17:29
È proprio vero! La villa comunale è quasi in stato di abbandono e spero che intervengano per rimetterla in sesto!
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI