Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

STAZIONE DI TURI: DOVE L’INDIFFERENZA REGNA SOVRANA

stazione_lamento01

Tra qualche settimana riaprono le scuole. Ragazzi con zaini in spalla radunati alle fermate degli autobus, genitori di corsa per accompagnare i propri figli e studenti spesso assonnati radunati in attesa di salire sul treno. Come molti cittadini ricorderanno, sono passati solo pochi mesi dal completamento dei lavori di rifacimento degli esterni della stazione di Turi. Alla fine dello scorso maggio, grazie alla segnalazione di alcuni lettori, abbiamo mostrato l’azione vandalica di chi, purtroppo, non considera la ‘cosa pubblica’ un bene da preservare e curare come fosse proprio.

Oggi, purtroppo, riproponiamo alcune immagini che, grazie alla segnalazione di una nostra lettrice, lasciano sgomenti dinanzi all’indifferenza e allo scarso rispetto di un luogo, quale la stazione ferroviaria, che dovrebbe rappresentare una delle cartoline della nostra cittadina a chi arriva attraverso le rotaie.

Scatti di inciviltà, di abbandono e di un comportamento che purtroppo resta mal punito e inosservato. Panchine che hanno perso la loro funzione, carta e immondizia abbandonata all’esterno e all’interno della struttura, porte distrutte e un senso di incuria generale. Si resta basiti dinanzi a quella che purtroppo definiremmo “ignoranza collettiva” perché spesso si imputano le colpe ai soli ragazzi, ai giovani, agli adolescenti, trascurando che spesso questi ripetono azioni apprese dai più grandi, da chi dovrebbe insegnare loro le principali regole del vivere sociale. Rispetto degli altri e di quello che è di tutti, perché solo attraverso una comune rieducazione all’attenzione si potrebbe sperare di vivere in una cittadina degna di essere definita tale.

Di seguito vi proponiamo la segnalazione che la nostra lettrice ha inviato alla Direzione delle Ferrovie del Sud-Est.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Spett.le Direzione Ferrovie del Sud-Est,

con la presente per comunicare quanto segue. Sono la Sig.ra Lucia utente del servizio ferroviario e tutti i giorni percorro la linea BARI-PUTIGNANO Via Casamassima.

Rimango francamente disgustata dal grave stato di degrado in cui versa la stazione di TURI, come documentato dalle fotografie allegate alla mail.

Se è pur vero che sono gli utenti del servizio i Primi responsabili di questo scempio, è altrettanto vero che non si può assistere con disarmante indifferenza al non più lento degrado che ho documentato.

Degrado che non rende onore all’impegno profuso dal personale di stazione che tutti i giorni deve lavorare fra immondizie e ignoranza, anche se, a voler essere pignoli, un posacenere potrebbero acquistarlo pure loro, costa solo pochi euro, evitando di gettare come fanno sempre d’abitudine i mozziconi di sigarette sui binari, dando il buon esempio! Magari anche nel non fumare, visto  il divieto che campeggia nella sala d’attesa.

Invio queste piccolo reportage alla testata giornalistica locale Turiweb augurandomi che qualcosa si muova per rendere più dignitosa la fruizione del servizio da parte di noi utenti.

Commenti  

 
Roseblanche
#10 Roseblanche 2011-09-04 18:31
Concordo pienamente con Help
Citazione
 
 
ma dài!!!!!
#9 ma dài!!!!! 2011-09-04 09:54
Ma il sindaco che fa ? e i vigili dove sono?
Citazione
 
 
Mino Miale
#8 Mino Miale 2011-09-01 14:16
Posso raccontare la storia architettonica della zona intorno alla stazione ferroviaria sin dai "tempi della scuola", quando vedevo il treno arrivare da lontano, segno di dover "alzare il passo". Potrei ricordare la cura dedicata al giardinetto e alle aiule della costruzione ottocentesca superata dalla storia, dal progresso, però, caro Jorge, chiediamoci perchè la rotonda in piazza Falcone le amministrazioni comunali (spetta a loro)non la curano più come "una volta?" tanto per dare un segnale di pulizia e di arredo urbano? Una volta era curata la palma allacui base sbocciavano fiori bellissimi. Bell'esempio diamo ai delinquenti in erba che oggi provano a spaccare tutto ciò che possono.
Citazione
 
 
jorge
#7 jorge 2011-08-30 17:49
vorrei solo ribadire un concetto....lo scempio siamo noi incivile ke cn i nostri comportamenti rendiamo atto di tutto cio.....
Citazione
 
 
Ruby
#6 Ruby 2011-08-30 14:51
Vedendo queste foto,mi viene in mente il periodo anni 70-80 quando frequentavo per motivi scolastici la stazione,devo supporre che è cambiato tutto in peggio,e sono convinto che la maleducazione delle nuove leve è evidente,il problema è dove arriveremo boohhh........................
Citazione
 
 
an.tonio
#5 an.tonio 2011-08-30 01:01
Ecco ancora una volta manifestarsi l'indifferenza di tutti di fronte ad un problema che interessa tutti. Ci vorrebbe una manifestazione di protesta, non dico di tutti i cittadini, ma almeno di quelli che viaggiano con i treni. E sono tanti!
Eppure, non una parola, non un commento. NIENTE. Meritiamo di essere trattati male...
Citazione
 
 
cx da pazzi
#4 cx da pazzi 2011-08-29 18:46
Riprendo il discorso di help che condivido in toto.
Ricordo che l'assesore Minervini (e Loizzo prima di lui) è perito informatico, e si occupa di problemi pedagogici con la sua casa editrice LA MERIDIANA.
Ergo le lue competenze in tema di infrastrutture non gli consentirebbero di superare neanche l'esame di Fisica I in un qualunque corso di ingegneria.
***
Da una delle foto si vede chiaramente una lattina di Fanta incastrata sotto i binari, il che significa che il ballast in quel punto è carente.
Ballast che come si legge in tutti i testi di ingegneria delle infrastrutture deve essere assolutamente privo di impurità per via del drenaggio delle acque meteoriche.
Pena la stabilità del rilevato ferroviario.
Inoltre alcuni blocchi delle traverse UNI50 presentano evidenti segni di DEF.
Purtroppo la competenze delle FSE si fermano al 1905 anno di entrata in servizio del tratto in questione.
Mi viene da chiedere cosa ne penserebbe l'A.N.S.F. di questa situazione, a cui va aggiunta la regolare e quotidiana avaria dei PL lungo la linea suddetta, dovuta ai vetusti apparati a filo.
Da ultimo invoco una "grossa" uscita del neo schittuliano DENOVELLIS il solo che per competenza (medico) può farsi carico delle nostre istanze.
Aiutaci Peppone!!!!!
Citazione
 
 
bho!!
#3 bho!! 2011-08-29 17:44
E si spendono tante attenzioni oltre che soldi alle feste pagane ....e mi fermo qui!!! :-x che scempio uno dei tanti... :cry:
Citazione
 
 
help
#2 help 2011-08-29 15:03
La questione della stazione ferroviaria di Turi è vecchia di mesi. Inciviltà, indifferenza, sporcizia, vandalismo regnano sovrani. E nessuno che dica una parola, né da parte delle Ferrovie Sud Est, né da parte delle Autorità e Forze dell’ordine locali. Mesi fa vi fu una segnalazione circa il disagio per i viaggiatori, che, talvolta, nelle ore serali, erano costretti a scendere dai treni e guadagnare l’uscita della stazione alla sola luce dei treni stessi, o a prendere quelli in partenza in maniera analoga, in quanto la stazione era completamente al buio!!!
Le immagini che quella viaggiatrice ora ci mostra, non sono altro che la naturale, fisiologica conclusione dello stato di totale abbandono, desolante spettacolo di un BENE PUBBLICO, purtroppo lasciato all’incuria ed ai bassi istinti di autentici PENDAGLI DA GALERA…
E dire che l’intera struttura era stata rimessa a nuovo con i soldi dei contribuenti. Peccato.
Fa rabbia anche constatare l’assoluta indifferenza da parte di chi avrebbe dovuto tutelare un bene che appartiene, non solo all’intera comunità turese ma anche a tutti coloro che si servono dei treni per spostarsi. La progettazione dei lavori di ristrutturazione, a sommesso avviso del sottoscritto, avrebbe dovuto prevedere l’installazione e l’attivazione, in diversi punti della stazione, di strumenti dissuasori, quali videocamere. Invece, prima si è permesso lo scempio e poi qualche videocamera è stata installata…
Ovviamente, la civica Amministrazione di Turi ignora tutto… Diversamente… beh, lasciamo perdere…
E poi dicono di servirsi dei mezzi pubblici… Ma come si fa?… Venga Assessore Regionale Minervini. Venga a vedere come si sprecano le risorse pubbliche!
Né sperate in un rapido intervento delle Ferrovie Sud Est, che, a quanto pare, sono a corto di danari. E se ne hanno, li spendono prioritariamente su via Conversano… (vedi doppi binari, interramento di interi tratti ferroviari, ecc.).
Gente rassegnamoci: noi di via Casamassima –da sempre- siamo figli di un dio minore…
Citazione
 
 
maria tinelli
#1 maria tinelli 2011-08-29 12:07
che schifoooooooooo
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI