LE SERATE DANZANTI DI ARKÈ E ARTEVIVA

arke-turi

Prosegue il programma “Notti d’estate” presentato dalle associazioni culturali Arkè e Arteviva, che con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, stanno realizzando una serie di eventi che hanno come scenario il centro storico turese.

Dopo il grande successo dell’esibizione del gruppo musicale “Good Ole Boys Band”, la neonata associazione Arkè ha presentato tre intense serate danzanti, a ritmo di musica dance, balli caraibici e danza del ventre. Serate che hanno coinvolto, sbalordito ed entusiasmato i numerosi presenti che non hanno esitato a lasciarsi travolgere dai frenetici ritmi danzanti. Particolare menzione merita lo spettacolo “Nefertari e le luci d’Egitto”, che si è tenuto domenica 17 luglio, alle ore 22.30 circa, nella piazza antistante la Chiesa Matrice.

Protagonista indiscussa dello spettacolo è stata la danza del ventre perfettamente eseguita da Conny Marinelli e dalle sue ballerine che hanno dato vita ad un percorso artistico in cui teatro e musica si intrecciano all’arte coreografica. Con bellissimi costumi di scena e accurata selezione nei particolari sono state realizzate delle opere d’arte “corali” dove il gruppo è stato protagonista,un gruppo in cui le danzatrici si fondono insieme per danzare l’una nell’onda dell’altra, pur mantenendo e sviluppando ognuna la propria individualità senza nulla togliere alla perfezione tecnica ed estetica. I bellissimi costumi di scena e l’accurata selezione nei particolari ha offerto un allietante e variato spettacolo per il  pubblico, affascinato dall’uso di veli, bastoni, ventagli e molti altri accessori. Particolarmente suggestiva è stata la danza “delle ali di Iside”, in cui la danzatrice ha agitato  dolcemente due veli molto ampi che rassomigliano ad ali di pipistrello ,scatenando un effetto molto scenografico.

“La danza del ventre – ha affermato Conny Marinelli – è libertà, è una forza propulsiva, un energia che si scatena a ritmo di musica, una passione che mi coinvolge da circa tre anni con i suoi ritmi e le sue coreografie … non amo chi si limita a definire la danza del ventre pura sensualità.” Le tre serate danzanti ben si collocano nello spirito innovativo dell’associazione, che intende promuovere nuove idee e progetti che coinvolgano soprattutto giovani ed anziani. “Noi turesi ci siamo addormentati – ha ribadito Annarita Rossi, presidente di Arkè, durante la serata di domenica – non contribuiamo alla crescita del nostro paese, ci rifugiamo nei paesi limitrofi … e pensare che potremmo offrire tanto.. proprio per questo siamo nati come nuova realtà sul territorio, che ha bisogno del sostegno di tutti voi.” Il prossimo appuntamento con Arkè è venerdì 22 luglio, ore 20, in piazza Chiesa, con l’Associazione Modellismo Turese.