Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

''IL GOBBO DI NOTRE DAME'' SBARCA A VILLA EDEN

notre-dame-turi

Impegno , passione , lavoro. E’ questo lo spirito che anima la Casa di Riposo Villa Eden dove venerdì 15 luglio, alle ore 19.00 circa, è andato in scena il musical: “Il Gobbo di Notre Dame”. Lo spettacolo realizzato da alcuni ragazzi delle classi seconde, della scuola secondaria di primo grado  Donato Forlani, di Conversano, ha riscontrato un  notevole successo che ha coinvolto non solo i numerosi anziani presenti nella struttura, ma anche tutti coloro accorsi ad assistere a questo evento.

Il musical diretto dal regista Vito Rago, ha come sfondo  la dimensione inquietante della paura e della mostruosità; un contenitore spaziale di fosca grandiosità gotica; una vicenda ricca di conflitti drammatici. Il cui tema: il “diverso” , egregiamente interpretato dai piccoli attori , ha incuriosito e commosso. L’adattamento, così come la regia e la coreografia, è stato curato dalla docente Silvia Pellegrini e dall’educatrice Rita Aurelia Polignano, fautrice dell’iniziativa.

“Ho ritenuto opportuno – ha dichiarato la dott.ssa Polignano -  essendo sia educatrice presso la scuola Donato Forlani che presso la struttura di riposo, proporre questo musical, un connubio tra diversità e amore, che affascina e incuriosisce al di là del tempo e dell’età.” Il pubblico si è divertito ed ha seguito con attenzione l’evolversi della storia tra canto, balletti e recitazione. Seppur alle prime esperienze sceniche, i piccoli attori si sono mossi con gran disinvoltura, tanto da meritare un caloroso applauso finale che ne ha decretato il successo.

“Nel seno dell’impegno assunto dalla nostra struttura – ha dichiarato Stefano Leone, proprietario della casa di riposo – a favore degli anziani, si situano anche full immersion nel mondo della cultura e del divertimento. Ci rivolgiamo agli anziani coinvolgendoli attivamente, proponendo loro un percorso assistenziale differenziato che ne favorisca l’integrazione e l’esplorazione del mondo e acuisca la loro sensibilità verso particolari aspetti che lo determinano, come l’amore e la diversità, presenti nel musical. Da qui la possibilità che offriamo agli ospiti della nostra struttura e non , di assistere a spettacoli,conoscere artisti e trascorrere serate all’insegna della cultura e del divertimento.”

L’iniziativa della casa di riposo Villa Eden , che ha avuto un poderoso riscontro di pubblico, pone in evidenza la figura dell’anziano, facendoci meditare sull’importanza di conoscere e frequentare tali strutture, le persone che li animano, entrando in relazioni con loro, perché l’anziano non sia un vecchio baluardo storico, ma elemento attivo e prezioso della nostra società che merita di vivere in toto il “mondo”, nutrito da limpide attenzioni. Perché la vita, come afferma il grande scrittore colombiano, Gabriel Garcia Marquez, non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI