Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

LA PERCOCA ..TRA ARTE, CULTURA E DEGUSTAZIONE

sagra_percoche

 

La Sagra della Percoca è ormai
un appuntamento fisso per tutti
coloro che desiderano trascorrere
una piacevole serata all’insegna
del buon gusto e della tradizione.
Organizzata dalla Nuova
Pro Loco, con il patrocinio della
Regione Puglia e il Comune
di Turi, si terrà nei giorni 6 -7
Agosto e sarà allietata dall’animazione
di artisti di strada. Per
la circostanza saranno presenti
rappresentanti della Politica,
della Giustizia e della Chiesa.
L’evento seguito dalla diretta di
Radio Selene, sarà inaugurato
con la parata degli sbandieratori
il giorno 6 alle ore 19.00,
davanti al Palazzo Municipale;
mentre alle ore 20:00 prenderà
il via l’apertura degli stand, seguita
alle ore 21:30 da uno spettacolo
musicale.
Per l’occasione, ciascuna delle
vie principali del centro cittadino
sarà adibita ad una particolare
tipologia espositiva: Via
XX Settembre ospiterà gli stand
dei produttori di percoche, Via
Maggiore Orlandi sarà caratterizzata
da un esposizione di
auto e moto d’epoca, le strade
lungo il perimetro di Piazza Silvio
Orlandi saranno designate
alla degustazione dei prodotti
tipici locali, mentre la zona
antistante la Chiesetta di San
Rocco sarà adoperata per gli
stand di varie associazioni di
beneficenza.
All’interno della sagra sarà allestita
una galleria di arte pittorica
e scultorea oltre che una
mostra della civiltà contadina
con immagini revocanti i momenti
più salienti di un antico
passato, ricco di tradizioni e
cultura. Si conclude domenica
7 agosto questa maratona che
ci tuffa nella tradizione gastronomica
- culturale turese. Dalle
ore 10:00 alle ore 12:30 e ancora
dalle ore 19:00, gli stand
accoglieranno turesi e turisti in
questa ultima giornata di Sagra.
Alle ore 21:00, in Piazza Aldo
Moro (villetta comunale) ci sarà
il concerto musicale che prometterà
di coinvolgere i numerosi
presenti.
La percoca, un ibrido prodotto
secoli fa dal matrimonio tra il
pesco e l’albicocco, con il suo
sapore sempre gradevole per il
giusto compromesso tra zuccheri
ed acidità è al centro di
un’iniziativa che punterebbe ad
assegnarle un riconoscimento
che la contraddistinguerebbe.
Tale marchio le consentirebbe
di far parte dei prodotti di qualità
a livello internazionale e
sarebbe fonte di orgoglio e di rilevante
importanza per il nostro
paese e per tutto il territorio.
La percoca turese , di cui la più
pregiata è nota con il nome di
‘guardaboschi’, dal soprannome
del suo scopritore, si caratterizza
per un gusto ricco e saporito
e per una polpa estremamente
soda, quasi croccante, che la
rende una dei prodotti di punta
dell’agricoltura turese. Un prodotto
molto ricercato e stimato
sul mercato agro-alimentare.
La Sagra anche quest’anno promette
un grande consenso da
parte di turesi e non, mostrandosi
sempre all’altezza della
sua fama e delle aspettative.
In esposizione ci saranno i nostri
prodotti, la nostra storia, la
nostra cultura, il nostro tessuto
produttivo e commerciale, ma
prima fra tutti la festeggiata
principale, la percoca, che insieme
con la ciliegia ferrovia costituisce
uno dei biglietti da visita
che contribuiscono all’identità
e al prestigio del nostro piccolo
ma ricco Paese.
La Sagra della Percoca è ormai un appuntamento fisso per tutti coloro che desiderano trascorrere una piacevole serata all’insegna del buon gusto e della tradizione. Organizzata dalla Nuova Pro Loco, con il patrocinio della Regione Puglia e il Comune di Turi, si terrà nei giorni 6 -7 Agosto e sarà allietata dall’animazione di artisti di strada.
Per la circostanza saranno presenti rappresentanti della Politica, della Giustizia e della Chiesa.
L’evento seguito dalla diretta di Radio Selene, sarà inaugurato con la parata degli sbandieratori il giorno 6 alle ore 19.00, davanti al Palazzo Municipale; mentre alle ore 20:00 prenderà il via l’apertura degli stand, seguita alle ore 21:30 da uno spettacolo musicale.
Per l’occasione, ciascuna delle vie principali del centro cittadino sarà adibita ad una particolare tipologia espositiva: Via XX Settembre ospiterà gli stand dei produttori di percoche, Via Maggiore Orlandi sarà caratterizzata da un esposizione di auto e moto d’epoca, le strade lungo il perimetro di Piazza Silvio Orlandi saranno designate alla degustazione dei prodotti tipici locali, mentre la zona antistante la Chiesetta di San Rocco sarà adoperata per gli stand di varie associazioni di beneficenza.
All’interno della sagra sarà allestita una galleria di arte pittorica e scultorea oltre che una mostra della civiltà contadina con immagini revocanti i momenti più salienti di un antico passato, ricco di tradizioni e cultura.
Si conclude domenica 7 agosto questa maratona che ci tuffa nella tradizione gastronomica - culturale turese.
Dalle ore 10:00 alle ore 12:30 e ancora dalle ore 19:00, gli stand accoglieranno turesi e turisti in questa ultima giornata di Sagra.
Alle ore 21:00, in Piazza Aldo Moro (villetta comunale) ci sarà il concerto musicale che prometterà di coinvolgere i numerosi presenti.
La percoca, un ibrido prodotto secoli fa dal matrimonio tra il pesco e l’albicocco, con il suo sapore sempre gradevole per il giusto compromesso tra zuccheri ed acidità è al centro di un’iniziativa che punterebbe ad assegnarle un riconoscimento che la contraddistinguerebbe.
Tale marchio le consentirebbe di far parte dei prodotti di qualità a livello internazionale e sarebbe fonte di orgoglio e di rilevante importanza per il nostro paese e per tutto il territorio.
La percoca turese , di cui la più pregiata è nota con il nome di ‘guardaboschi’, dal soprannome del suo scopritore, si caratterizza per un gusto ricco e saporito e per una polpa estremamente soda, quasi croccante, che la rende una dei prodotti di punta dell’agricoltura turese.
Un prodotto molto ricercato e stimato sul mercato agro-alimentare.
La Sagra anche quest’anno promette un grande consenso da parte di turesi e non, mostrandosi sempre all’altezza della sua fama e delle aspettative. In esposizione ci saranno i nostriprodotti, la nostra storia, la nostra cultura, il nostro tessuto produttivo e commerciale, ma prima fra tutti la festeggiata principale, la percoca, che insieme con la ciliegia ferrovia costituisce uno dei biglietti da visita che contribuiscono all’identità e al prestigio del nostro piccolo ma ricco Paese.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI