Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

LIQUORE ….................. DI CILIEGIE

ciliegie_3

ciliegie_1

Una foto tira l’altra. Come le ciliegie. Ci siamo avventurati nelle campagne turesi. A guidarci un simpatico e mansueto bastardino, in letargo e a caccia di cibo. Le sue vittime prescelte sono lucertole e insetti che ronzano attorno ai pollini.

 

I boccioli della ciliegia Napoleone si sono già materializzati in piccoli chicchi verdi. Sullo sfondo, i colori e il fascino della macchia mediterranea mista a campi coltivati, ma anche ville, casolari, cantieri abbandonati, perfino un ospedale che si spera venga abbattuto, così da restituire a futura memoria il capitolo più triste segnato da un’immane sperpero di danaro pubblico. Sono immagini trash e surreali: Tarantino pagherebbe per farci un film!

ciliegie_10

E intanto, la ciliegia s’arresta, come marmellata sotto il peso del mattone (PUG permettendo). Questa è la periferia di Turi, territorio di conquista, sotto la lente costante di tecnici, politici e politicanti accreditati e di livello, in conflitto di interesse e non. Altro che ciliegia!

 

Gli arbusti e il rosso vermiglio lasceranno sempre più spazio agli scheletri grigi di cemento. Talvolta, come vi mostriamo nelle foto, all’ingresso dei cantieri non si appone alcun cartello con le indicazioni e i permessi a costruire. Il dubbio che in tutto questo non vi sia nulla di legale fa arrovellare la mente.

Mentre scattiamo foto, una signora dal videocitofono ci intima a lasciare quel posto, manco fossimo dei ladri. Eravamo su una strada comunale, in un periodo storico dove a fatica si riesce a fare distinzione tra ciò che è pubblico e ciò che è privato. La verità è che lo sguardo verso i colori e le cose belle della natura non potrà mai essere sostituito.

Commenti  

 
rossana
#3 rossana 2011-05-07 10:55
Cara/o Reginella solo chi è dotato di animo sensibile apprezza la natura,questo mondo meraviglioso che Dio ci ha donato,abbiamo il dovere di tutelarla e attraverso il recupero delle nostre radici,tramandare ai nostri figli,un patrimonio inestimabile.Grazie della sensibilità.
Rossana De Grisantis
Citazione
 
 
RegginellaX Rossana
#2 RegginellaX Rossana 2011-05-06 09:49
Poetico e veritiero ;-)
Citazione
 
 
rossana
#1 rossana 2011-05-04 11:52
In una cornice di quiete e serenità, che la natura e la nostra terra ci donano, osserviamo in questa particolare stagione dell'anno, ricami fioriti su alberi maestosi ed il rosso vermiglio si prepara,come un rossetto, a colorare gemme appena sbocciate sotto il mantello che profuma di fiori...
Il mio sogno ed il mio pensiero positivo,giungano lì dove risiede il nostro destino,affinchè le risorse del nostro territorio restino tali anzi vengano sempre più potenziate e valorizzate.Non vorrei tramandare ai miei figli,funghi di cemento ma narrare la storia del mio paese attraverso la mia terra,che fu il lavoro,il pane,il progetto,di mio nonno,di mio padre ed oggi il mio sogno ed il loro futuro...lo spero tanto!
Rossana De Grisantis
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI