Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

PREVENZIONE INCENDI: EMANATA L’ORDINANZA

incendio3

Si sa che l’estate è “la stagione degli incendi”. Molte volte per evitare che alcuni fenomeni si ripetano negli anni si fa affidamento alla sensibilizzazione ed alla prevenzione. Anche quest’anno il Sindaco di Turi Gigantelli, richiamando il DPGR del 13 aprile 2011, n. 424 e voluto dal Presidente della Regione, ha emanato il provvedimento Prevenzione incendi 2011 (ordinanza n. 34 del 27 aprile 2011)  con cui si richiamano gli obblighi di Enti e persone fisiche e giuridiche detentori - a qualsiasi titolo - di terreni, al fine di tutelare gli ambienti naturali, il patrimonio boschivo e salvaguardare la pubblica incolumità. In particolare, i possessori di terreni agrari, prati, pascoli e superfici incolte devono provvedere al decespugliamento e alla rimozione di erbe secche, arbusti e di eventuali rifiuti ricadenti nelle stesse aree. In tutte le aree a rischio di incendio boschivo e/o immediatamente ad esse adiacenti, dal 15 giugno al 15 settembre 2011, è tassativamente vietato accendere fuochi di ogni genere. I proprietari, gli affittuari e i conduttori dei campi a coltura cerealicola a conclusione delle operazioni di mietitrebbiatura, devono prontamente e contestualmente praticare sul suolo agricolo perimetrale delle superfici interessate una precesa o fascia protettiva sgombra da ogni residuo di vegetazione, per una larghezza continua e costante di almeno 15 (quindici) metri e, comunque, tale da assicurare che il fuoco non si propaghi alle aree circostanti e/o confinanti. Inoltre i proprietari ed i conduttori di terreni incolti in stato di abbandono hanno il divieto assoluto di bruciare la vegetazione spontanea. Essi hanno inoltre l’obbligo di realizzare entro e non oltre il 15 giugno 2011 fasce protettive di larghezza non inferiore a metri quindici lungo tutto il perimetro del fondo.

È vietato effettuare operazioni di accensione e bruciatura delle stoppie nei campi a cultura cerealicola nel periodo compreso tra il 1° giugno e il 31 luglio 2011, tranne che per le superfici irrigabili utilizzate per le colture di secondo raccolto, per le quali le operazioni di bruciatura possono essere anticipate, previa autorizzazione sindacale, a partire dal 1 luglio.

L’ordinanza invita dunque i  proprietari, conduttori e gestori a bonificare i cigli stradali in prossimità di boschi mediante rasatura, bruciatura o estirpazione delle erbe e sterpaglie.

I Vigili Urbani, scaduti i termini sopra descritti effettueranno i controlli delle aree a rischio. I proprietari o gestori che non avranno rispettato tali condizioni potranno incappare in una sanzione amministrativa molto pesante. L’ordinanza del Sindaco Gigantelli è stato inoltre notificato agli Organi di Polizia ed al Corpo Forestale per la predisposizione di mirati servizi di controllo.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI