Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

"NOI DELLA PARROCCHIA MARIA SS. AUSILIATRICE, CI SIAMO"

oratorio

Riceviamo e Pubblichiamo.

 


 

“Nel nostro Paese sono pochissimi i giovani che frequentano le Chiese. Per lo più sono bambini e anziani e questo sembra scaturire da un insegnamento errato da parte delle famiglie verso i propri figli nell’approcciarsi a Dio. Ma spesso anche le stesse parrocchie non coinvolgono più come prima i bambini e i ragazzi con attività sportive o di intrattenimento, imponendo molto spesso un rigido e severo magistero pieno zeppo di regole di comportamento da rispettare. Quindi non è il messaggio di Cristo che non funziona, ma il modo in cui viene rappresentato.” Sullo scorso numero del vostro settimanale è apparso un articolo del quale abbiamo riportato uno stralcio, per noi, molto significativo. Siamo d’accordo nell’affermare che effettivamente “sono pochissimi i giovani che frequentano le chiese” , ma non per questo quei “pochissimi” devono essere considerati degli invisibili.

E’ vero, l’Azione Cattolica non esiste, ma noi della parrocchia Maria SS Ausiliatrice ci siamo e siamo anche abbastanza visibili ed esposti sul nostro piccolo territorio. Ad esempio, sul vostro stesso settimanale avete riportato una delle nostre tante iniziative, ossia il Carnevale dei Bambini, tenutosi il 6 Marzo scorso (il quale, in verità, ha visto la partecipazione di pochi bambini, rispetto agli anni precedenti, a causa della pioggia).

A tutt’oggi ci sono più di 20 ragazzi tra i 15 e i 17 anni che collaborano con Don Maurizio. In passato questi stessi ragazzi sono stati i protagonisti di due musical, ossia “Il Risorto” e “Madre Teresa”. Entrambi sono stati presentati nella nostra cittadina; ma non solo. I ragazzi sono stati invitati ad “esibirsi” anche a Lussemburgo, in occasione dell’inaugurazione di un’associazione culturale. Il loro entusiasmo, la loro passione, il loro spirito collaborativo, e soprattutto la loro bravura, pur essendo piccoli ed inesperti, ha incoraggiato Don Maurizio a fondare, qualche anno fa, il Piccolo Teatro dell’Oratorio. Questi ragazzi, circa due anni fa, hanno partecipato ad un corso di formazione per animatori oratoriani tenutosi a Cistemino e, l’anno scorso, abbiamo raccolto i frutti del loro impegno, della loro dedizione e della loro disponibilità volontaria e gratuita. Infatti è solo grazie ai nostri ragazzi se, durante la scorsa estate, abbiamo potuto organizzare l’Oratorio Estivo, con la presenza di più di 100 bambini.

I nostri ragazzi durante il periodo di carnevale hanno animato le feste organizzate dalle catechiste nella sala teatro della nostra parrocchia ed hanno permesso la realizzazione della quinta edizione del Carnevale Turese per i bambini. Ma non è solo divertimento e gioco per loro. Infatti noi, con l’aiuto ed i tanti consigli di Don Maurizio, abbiamo sempre organizzato incontri formativi, durante i quali ai ragazzi viene data l’opportunità di riflettere su temi religiosi e non, di raccontarsi, di confrontarsi, di incontrarsi-scontrarsi e poi ri-incontrarsi. Attualmente i nostri ragazzi sono attivi e presenti in parrocchia e si incontrano anche al di fuori del contesto parrocchiale. Inoltre, un coro di quasi 20 bambini anima le messe domenicali per i fanciulli e una decina di giovani partecipa al coro degli adulti e collabora con il Gruppo Famiglie. Per non parlare delle iniziative sportive organizzate nel campo dell’Oratorio, che Don Maurizio ha desiderato migliorare (e sta ancora lavorando per questo) proprio per accogliere al meglio i ragazzi del nostro piccolo paese. Infine, da qualche tempo, una delle nostre catechiste, la prof.ssa Prencipe Rosalba, organizza incontri formativi per giovani adulti, esattamente ogni mercoledì a partire dalle 19.30. E poi menzioniamo anche il Gruppo degli Scout che ha collaborato e collabora con le parrocchie turesi.

Questo significa che, seppur pochissimi, i ragazzi ci sono e non è affatto vero che i parroci non organizzano attività che li coinvolgano. Ovviamente, in generale, ci riferiamo alla parrocchia Maria SS Ausiliatrice, perché è il luogo in cui noi operiamo e in cui siamo attive ogni giorno per tante e diverse attività e, in particolare, ci riferiamo a Don Maurizio, il quale dedica davvero tanto tempo alla nostra crescita spirituale e non e all’organizzazione di tantissime iniziative proprio per coinvolgere tutti i ragazzi ed i bambini del nostro territorio. E tutto questo è sempre stato documentato dai settimanali che si occupano del nostro paese. Forse non siamo riconosciuti a livello nazionale in qualità di Azione Cattolica e neanche, a questo punto, a livello locale, ma noi ci siamo e non vogliamo passare inosservati. Pertanto vi chiediamo di pubblicare questa nostra lettera, la quale rappresenta un invito esplicito per tutti coloro che desiderano unirsi a noi, soprattutto come collaboratori, ed alle nostre tante attività".

Betty Coppi, Claudia De Tomaso & Monia Romanazzi
Betty Coppi, Claudia De Tomaso & Monia Romanazzi

 

Commenti  

 
roseblanche
#1 roseblanche 2011-04-08 23:25
Sono certa che ancora altre persone desiderose di dare un contributo si uniranno a voi. Sono di origine turese, anche se non ci abito...ancora, ma in realtà contavo, appena entrerò in possesso in maniera definitiva della mia casetta, di venire a propormi. Sono abituata alla... vecchia figura di don Giovanni che diceva le messe per mio padre ma conoscerò con piacere Don Maurizio
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI