Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

ASPETTANDO IL PREMIO A … FABIO CAPELLO

Foto_As_Turi

L’amministrazione guidata dal Sindaco Gigantelli, insediatosi nel 2007 terminerà il suo mandato nel 2012, ai politologi locali ha fornito tantissimo materiale ma per gli sportivi la carne da cuocere è stata misera.

Merita di essere ricordata questa amministrazione per aver aperto il Palazzotto e istituito il PREMIO NAZIONALE PER LO SPORT “ORONZO PUGLIESE” giunta alla terza edizione. Idea fantastica per ricordare il nostro “Mago di Turi” e lui dall’alto porta fortuna a chi lo riceve.

Prima edizione: Cesare Prandelli, all’epoca allenatore della Fiorentina ora C. T. della nazionale Italiana che in scioltezza e molti giovani guida il proprio girone di qualificazione alle finali del Campionato Europeo in programma il prossimo anno.

Seconda edizione: Carlo Ancelotti, allora al Milan ora in Inghilterra a guidare i blues del Chelsea all’assalto della Champions League.

Terza edizione: Don Fabio Capello, ex Milan, Juventus, Roma, Real madrid e ora C. T. della nazionale inglese.

Evento eccezionale condito da nomi illustri del calcio mondiale made in Italy che per tre giorni riportano il nome del “Mago dei Poveri” su tutti i quotidiani sportivi italiani ed esteri. Da questo evento la nostra Turi esce dal tepore quotidiano e si veste a festa per ricordare un suo figlio che ha portato l’essere turese in giro per l’Italia e l’Europa.

A Roma lo ricordano ancora i tifosi di “sponda” giallo – rossa per aver trasformato la ROMETTA in Roma. A Turi eravamo stati capaci di dedicargli un Memorial per due edizioni con squadre del settore Giovanile Categoria “Giovanissimi” del Milan, Roma, Napoli, Bari, Lecce, Barletta, Foggia, Taranto e Turi, poi quando era il turno di Inter, Juventus, Fiorentina, una crisi economica irreversibile (periodo mani pulite) fermò l’iniziativa.

Sappiamo benissimo che chiunque organizza è soggetto a linguaggio dialettico ma nulla da dire alla prima edizione con Prandelli che socializza tra la gente e gustava le nostre “Ferrovie”. Da ridire invece l’arrivo di Carlo Ancelotti, non per colpa sua, perché in pochissimi hanno potuto assistere all’evento, lo blindarono peggio di Totò Rina.

Capello ce lo godremo al palazzetto. Visto che sbagliando si impara!!

Non tutti sono a conoscenza del regolamento Premio nazionale per lo Sport “Oronzo Pugliese” e ritengo analizzarlo per verificare se si rispetta per essere ufficiale deve essere preparato da una commissione, e approvato in consiglio comunale. Chi se ne occupato? L’allora assessore allo Sport Paolo Tundo e l’assessore agli eventi Antonio Tateo? La copia che in mio possesso non porta data, né protocollo, né firma. E’ stata eseguita tale procedura? Questo regolamento è regolare? E’ carta straccia? Verificheremo in seguito perché “aspettiamo … Capello”.

Il 1° primo artico spiega la motivazione del premio.

Articolo 2. “Il PREMIO NAZIONALE per lo Sport “Oronzo Pugliese” intende premiare il giovane atleta che, nella disciplina sportiva praticata, ha onorato con passione e sacrificio, lo sport nazionale, pervenendo a risultati di assoluto rilievo.

Art. 3 – 5 – 6 – 7 (vedi regolamento);

art. 4 – 8- 9 (ininfluenti per il commento).

Partendo dal presupposto che ogni regolamento può essere ampliato, rivisto e aggiornato noto che i tre premi assegnati fino ad oggi non sono compatibili con l’articolo 2.  Perché? S parla di “giovane atleta”. Se non ricordo male Prandelli. Ancelotti e Capello sono allenatori di calcio e non certo più giovane. Mi chiedo: Oronzo Pugliese era un “giovane atleta” o il Seminatore d’oro” per gli allenatori di calcio? Perché non è stata aggiunta la voce “Allenatori di calcio”.

L’articolo 3 recita che il premio può essere assegnato ad una società sportiva ecc.. Bene perché abbiamo perso l’occasione di assegnare il premio all’Inter (che dolore per lo scrivente) dei quattro “TITOLI” .

Immaginate Turi invasa da interisti, peggio dell’arrivo del carro di S. Oronzo. E MORATTI a Turi? Coma profondo per milanisti e juventini ma orgasmo a mille per i supporter nero – azzurri e Turi più in EVIDENZA.

Articolo 5: La “commissione” è composta: Sindaco, Presidente Circolo Unione, Rappresentante Attività Culturale del Circolo Unione, Presidente Centro Studio di Storia Cultura  di Turi. La solita Casta. Ma Oronzo Pugliese era un poeta, uno scrittore, uno storico? Penso che non sia il Premio Turi. Però attenti si parla di commissione allargata ad una “GIURIA TECNICA DI ESPERTI” composta da:

-         due componenti nazionali, regionali e /o provinciali del C.O.N.I., OK il nostro delegato è il prof. Memmo Decarolis;

-         Rappresentante dell’Amministrazione Comunale. OK Vito Totano;

-         GIORNALISTI di testate locali, regionali e/o nazionali. OK regionali, ma delle due testate locali più una che si occupa di Turi, bisogna rivolgersi a “Chi l’ha visto!”;

-         Rappresentante di una delle associazioni sportive o club sportivi presenti in loco.

Che io sappia, questo punto è stato disatteso in toto.

Art. 7: Il premio sarà consegnato … in occasione della festa per la Ciliegia “FERROVIA”. Perfetto, con una “fava prendiamo due piccioni”. Un anno SI e due NO!!

Sorgono spontanee alcune considerazioni.

Nella “COMMISSIONE” è esclusa la figura dell’assessore o delegato allo sport. Vorrei sapere  cosa ne pensa il dott. Palasciano.  Sono escluse le società sportive. Sono escluse le testate locali. Mi chiedo, ma le amministrazioni sono l’espressione di tutto il territorio o di chi fa parte della “combricola”?

A conclusione lancio una proposta: Perché non si costituisce la Fondazione “ Oronzo Pugliese” che oltre a stilare un regolamento per il premio, organizzi convegni, mostre, concorsi nelle scuole e faccia rivivere il Memorial. Questa testata, il sito e il sottoscritto sono a Vostra disposizione.

Se è vero che si nota un certo risveglio, BATTETE UN COLPO!!!

Commenti  

 
turionline
#1 turionline 2011-04-05 08:25
il pensiero è corretto
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI