Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

VIOLANTE: UN TURESE IN GIAPPONE

tsunami-giappone

Da qualche giorno, gli occhi e l’attenzione di tutto il mondo è focalizzato su una delle catastrofi che ha colpito e ha messo in ginocchio quella che era la terza potenza mondiale: il Giappone.

Nessuno di noi può dimenticare le immagini, quelle più dure e strazianti, di donne, uomini, bambini o anziani in lacrime perla perdita del proprio caro, dei propri beni, della propria vita.

Le immagini scorrendo ci hanno fatto conoscere, per l’ennesima volta, la fragilità dell’essere umano dinanzi alla forza della Natura. Non sono mancati nomi di italiani tra coloro che hanno vissuto i terribili momenti dell’invasione delle acque del Pacifico e, nonostante alcune voci che circolavano nella nostra Turi, abbiamo appurato che a vivere le fasi principali dello tsunami c’era un nostro concittadino.

Le parole della stessa moglie, però, ci hanno presto rassicurato, informandoci che nonostante le numerose difficoltà il Giappone e i giapponesi stanno affrontando il tutto con estrema organizzazione.

“Mio marito – ci informa la sign.ra Volza - è arrivato in Giappone appena un'ora prima che ci fosse la prima scossa di terremoto.

Comunque i giapponesi stanno affrontando il disastro con la loro ben nota estrema capacità di organizzazione, dignità e senso del sacrificio. Mio marito che ama tutte queste doti di quella popolazione, sta vivendo con loro i disagi "organizzati" e ci tranquillizza, con messaggi e telefonate”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI