Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

DI VENERE PRESIDENTE ALLA RICERCA DI UN COMITATO

santo
Torniamo ad occuparci della nostra amata Festa di Sant’Oronzo. Ventrella, (si sempre lui!), si era proposto
come futuro Presidente, ma il Sindaco, dopo averlo chiamato a rapporto, aveva motivato l’impossibilità
dell’affidamento poiché a Di Venere era già stata inviata una proposta. Voci attendibili ci raccontano che Di
Venere sarebbe intenzionato ad accettare al 99%. Si, al 99% perché sembra che chi non accetterebbe più
di rimboccarsi le maniche è il vecchio Comitato che sembra confermare le dimissioni: “abbiamo percorso
e completato un ciclo è giunto il tempo di innovare”. Un discorso che non fa una grinza, ma i fedelissimi
di “Marinuccio” lavoravano e tanto dietro le quinte e la loro assenza si potrebbe far sentire in modo
determinante nell’organizzazione. Abbiamo provato a scavare e osservare in fondo e chiesto quali sono
le vere motivazioni: “ci siamo anche stancati dopo tanti anni ed è giusto che si cambi” – e così - “da tanti
anni si pensa e si comunica che sarà l’ultimo anno, e poi si continua sempre”. Non manca anche qualche
velato attacco nel sottofondo: “il Comandante dei Vigili Cassano invece di aiutarci...”. Burocrazia e non
solo. Il Comitato o gran parte di esso non ci sarà più. E Di Venere cosa farà? La Giunta Gigantelli sa già che
quest’ultimo Sant’Oronzo precede le elezioni del 2012 e alcune voci ipotizzano che non più 20 mila ma
quasi 40-50 mila euro potrebbero essere affidati al Presidente per poter mantenere una “Festa Grande”
invidiata e ammirata da tutti i Comuni limitrofi. Ma resta il problema Comitato? Chi aiuterebbe Di Venere?
Potrebbe rientrare dalla finestra Natalino? “Non siamo la ruota di scorda di nessuno” – deciso afferma
Natalino e il suo gruppo di amici – “abbiamo fatto un passo indietro come ci ha chiesto il Sindaco e non
abbiamo più nessun interesse”. E dopo un tale rifiuto cosa potrebbe accadere al sensibilissimo Ago della
Bilancia Ventrella?

Torniamo ad occuparci della nostra amata Festa di Sant’Oronzo.

 

Ventrella, (si sempre lui!), si era proposto come futuro Presidente, ma il Sindaco, dopo averlo chiamato a rapporto, aveva motivato l’impossibilità dell’affidamento poiché a Di Venere era già stata inviata una proposta.
Voci attendibili ci raccontano che Di Venere sarebbe intenzionato ad accettare al 99%. Si, al 99% perché sembra che chi non accetterebbe più di rimboccarsi le maniche è il vecchio Comitato che sembra confermare le dimissioni: “abbiamo percorso e completato un ciclo è giunto il tempo di innovare”.

Un discorso che non fa una grinza, ma i fedelissimi di “Marinuccio” lavoravano e tanto dietro le quinte e la loro assenza si potrebbe far sentire in modo determinante nell’organizzazione. Abbiamo provato a scavare e osservare in fondo e chiesto quali sono le vere motivazioni: “ci siamo anche stancati dopo tanti anni ed è giusto che si cambi” – e così - “da tanti anni si pensa e si comunica che sarà l’ultimo anno, e poi si continua sempre”. Non manca anche qualche velato attacco nel sottofondo: “il Comandante dei Vigili Cassano invece di aiutarci...”.

 

Burocrazia e non solo. Il Comitato o gran parte di esso non ci sarà più. E Di Venere cosa farà? La Giunta Gigantelli sa già che quest’ultimo Sant’Oronzo precede le elezioni del 2012 e alcune voci ipotizzano che non più 20 mila ma quasi 40-50 mila euro potrebbero essere affidati al Presidente per poter mantenere una “Festa Grande” invidiata e ammirata da tutti i Comuni limitrofi. Ma resta il problema Comitato? Chi aiuterebbe Di Venere?

Potrebbe rientrare dalla finestra Natalino? “Non siamo la ruota di scorta di nessuno” – deciso afferma Natalino e il suo gruppo di amici – “abbiamo fatto un passo indietro come ci ha chiesto il Sindaco e non abbiamo più nessun interesse”. E dopo un tale rifiuto cosa potrebbe accadere al sensibilissimo Ago della Bilancia Ventrella?

 

Commenti  

 
xxxxxxxxxxxxxxxxx
#6 xxxxxxxxxxxxxxxxx 2011-03-03 19:06
d"accordo ,il sig. marinuccio diciamo ke sarebbe l"unico a far la festa patronale.ma bisogna eliminare "quella gente ke ci sta intorno"xke sono sempre quelli ke comandano,o x dire "mangiano hanno mandato via 2 ragazze ke facevano parte del comit.
Citazione
 
 
BIAGISTA
#5 BIAGISTA 2011-02-26 19:56
La FESTA GRANDE si deve fare!!!!! Su questo non si discute!!!!! Il sig. Di Venere dia, però segno di maturità e serietà pubblicamente, se non ha intenzione di organizzare la festa lo dica subito e CHI deve provvedere alla nomina del SOSTITUTO, provveda subito per favore!!!!! TANTO DI CHI BUTTA PALLONI IN ARIA, TURI E', ORAMAI, PIENAAAAA.........
Citazione
 
 
a proposito
#4 a proposito 2011-02-26 14:14
a turi si parla sempre a sproposito.
ma di venere non è un politico o non lo è stato?
ma petrero quando ha fatto la festa non era un politico?
e di pinto il cognato di valentino non era stato scelto per discontinuità politica da parte del sindaco menico coppi?
se di venere vuole farla la festa la faccia, si trovi i collaboratori e costituisca un comitato!
altrimenti, può rinunciare tranquillamente e vedrete che la festa in onore di Sant'Oronzo si può fare lo stesso senza di lui e pure senza la mongolfiera!
il di venere non è l'unico turese che ha "fede" nel nostro Santo e non è nemmeno "unto" da nessuno!
Citazione
 
 
turese emigrato
#3 turese emigrato 2011-02-25 21:38
secondo me e' anke l'ora di cambiare... xo ci vogliono persone ke devono conoscere l'ambiente... uno ke capisce quali sono le cose migliori da fare... cambiare le illuminarie per esempio e' un ottima innovazione... i fuoki sono troppi... bisogna restaurare il carro ke sta cadendo a pezzi... questi sono degli esempi ke a mio modo di vedere, sono da prendere seriamente in considerazione... io ne ho girate di feste patronali... e secondo me la nostra amata festa, sta perdendo valore... sempre le solite cose... quindi datevi una mossa... ciao ciao
Citazione
 
 
Pupy
#2 Pupy 2011-02-23 20:23
Ragazzi,senza Marinuccio non si va da nessuna parte perciò lasciate fare a lui e decidere sempre a LUI GLI UOMINI SU CUI CONTARE.
Citazione
 
 
un giovane turese
#1 un giovane turese 2011-02-23 19:49
cerchiamo di lavorare per un unico scopo..lasciamo da parte l' orgoglio e la visibilità del singolo e lavoriamo per il paese e sopratutto onoriamo il nostro Patrono...
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI