Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

5° FORUM TERRITORIALE SUL PIST. SE NE DISCUTE A TURI

pist_turi_2

Si è svolto nel pomeriggio dell’8 febbraio presso il Comune di Turi il 5° ed ultimo Forum territoriale sulla redazione del PIST “Lame di Peucetia”.

All’incontro, presenziato dal sindaco di Turi, dott. Vincenzo Gigantelli, ha preso parte il sindaco del comune di Sammichele di Bari, avv. Natale Tateo, il delegato del commissario prefettizio del comune di Casamassima, la dott.ssa  Antonacci e l’ing. Mauro Mastrovito in rappresentanza del sindaco Longo del comune di Gioia del Colle.

pist_turi_3

“Una metodologia innovativa che ci impegna in una sfida che ha contenuti strategici ed anche innovativi – ha commentato il sindaco di Turi, dott. Gigantelli. Abbiamo pensato di strutturare delle linee di sviluppo territoriale a partire da esperienze comuni come sono i Piani di Zona. Abbiamo cercato di superare le tendenze al campanilismo per creare qualcosa che potenzi il nostro territorio e lo porti ad essere valorizzato al meglio. Questa cooperazione sta già portando alcuni frutti – prosegue ancora il sindaco turese – poiché è infatti in fase di ammissibilità regionale una proposta di destinazione innovativa dal punto di vista sociale e territoriale che necessita di forti impegni economici ma che riguarda il territorio dei quattro comuni”.

 

“È la prima volta che abbiamo voluto impiegare le proposte e le informazioni dei cittadini per poter stilare un documento di strategie innovative – aggiunge ancora il sindaco del comune capofila. Un ringraziamento va ai tecnici comunali e territoriali che hanno creato un percorso di analisi e di composizione del Documento Programmatico. Siamo ancora ad una fase iniziale, quella di presentazione ed abbozzo del D.P.P., da condividere con i cittadini per raggiungere le migliori ipotesi e strategie di sviluppo territoriale”.

Strumento di valorizzazione del territorio di Turi (comune capofila), Casamassima, Gioia e Sammichele, il Forum territoriale è nato con l’intento di presentare una bozza Programmatica Del Piano Di Sviluppo Territoriale attraverso il quale i cittadini possano infatti esprimere commenti, pareri, osservazioni utili a redigere il documento definitivo .

pist_turi_1

Dopo i dovuti ringraziamenti ai presenti da parte del sindaco Gigantelli, la parola è stata presa dall’architetto Pietro Paolo, impegnato con l’architetto Ranieri, nella redazione del Documento e nell’analisi degli obiettivi.

Unire gli intenti delle quattro Amministrazioni, mettere insieme le forze e le risorse per rendere il territorio più ricco di opportunità ed eliminare gli aspetti più critici. Fondamentale è quindi il ruolo degli stessi cittadini chiamati dalle Amministrazioni Comunali ad intervenire per esporre perplessità, idee o progetti per valorizzare le potenzialità del piano.

Scopo è contrastare il degrado del territorio per valorizzarne gli elementi naturali e ambientali, architettonici e tradizionali. Al centro dell’attenzione della relazione del PIST sono i paesaggi produttivi delle campagne e gli attraversamenti rurali che li legano; le lame San Giorgio e Giotta, i sistemi naturali di regimentazione idraulica, i centri storici ed urbani, i beni culturali, le aree rurali e le masserie, le discariche abusive e, ancora, le piccole aziende locali, l’artigianato legato al territorio, l’agricoltura e il turismo.

Lavorare in sinergia per creare un’immagine del territorio che sia attrattiva per i turisti sfruttando insieme le risorse economiche, sociali, culturali e ambientali. Evidenziare le qualità è una delle soluzioni per superare, forse, problemi quali la disoccupazione o gli abbandoni, concentrando l’attenzione sui valori  paesaggistiche o artigianali.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI