Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

DOMENICA 13: APPUNTAMENTO CON LA DONAZIONE

fidas3

Si apre domenica 13 febbraio l’appuntamento con la Donazione di Sangue con i volontari FIDAS.

Presso il Poliambulatorio, lo staff medico di Putignano sarà pronto per accogliere chiunque abbia voglia di donare, nella piacevole accoglienza che sempre caratterizza il gruppo turese FIDAS.

Oltre all’appuntamento di Domenica 13, il calendario delle donazioni 2011 di Turi è il seguente:

13 Marzo con l’équipe di Monopoli

10 Aprile con Putignano

15 Maggio è previsto il Raduno Nazionale Parma

26 Giugno con lo staff medico di Monopoli

17 Luglio

24 Agosto con Monopoli

9 Ottobre con Putignano

11 Dicembre con Monopoli.

Per il Raduno Nazionale FIDAS, previsto per il 2011 a Parma, la presidente Enza Mercieri invita chiunque ne fosse interessato a prendere contatto direttamente con il direttivo recandosi in sede, in via Dogali 1, o al prossimo appuntamento al Poliambulatorio.

Dalle ore 8:00 di domenica, Turi è chiamata a rispondere alla richiesta di aiuto, libero, responsabile e gratuito di un gesto che regala vita.

Perchè donare il sangue?

Immaginate un mondo in cui leucemie, trasfusioni, gravi ferimenti non si potessero curare. Immaginate medici nel pieno di un intervento chirurgico non poter usufruire di sacche di sangue per mantenere in vita il paziente. Immaginate se quel paziente bisognoso di globuli rossi, plasma o piastrine fosse un vostro conoscente, un vostro amico, un vostro parente, un vostro congiunto. Immaginate se su quel letto ci foste voi stessi. Rendere vano un lavoro, perdere la vita solo, si fa per dire, per la mancanza di sangue. Donare il sangue può davvero salvare una vita o addirittura più vite. Donare sangue può salvare la nostra stessa vita, oltre al fatto che ogni donatore è sottoposto periodicamente a controlli sul proprio stato di salute.

Il fabbisogno nazionale di sangue intero cresce continuamente. Secondo l'Istituto Superiore di Sanità raggiunge le 2.300.000 unità, mentre quello del plasma 850.000 litri. Per raggiungere queste cifre i donatori dovrebbero essere almeno 1.300.000. Purtroppo l’Italia non tocca queste cifre e non può definirsi autosufficiente. Per coprire il fabbisogno è necessario quindi ricorrere all'importazione.

L’obiettivo della FIDAS, insieme alle altre associazioni di volontariato impegnate sul territorio nazionale nella raccolta di sangue è rendere l’Italia una nazione in grado di rispondere autonomamente alle richieste di aiuto che quotidianamente giungono dagli ospedali. Pertanto, l’appello è di donare, donare e donare.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI