Giovedì 15 Aprile 2021
   
Text Size

[video] TURI HA A CUORE L"AGRICOLTURA E LA SALUTE

Una mela al giorno toglie il medico di torno, recitava un vecchio proverbio. La saggezza popolare non sbaglia mai. Infatti per contrastare quelle che la società moderna ha definito “patologie del benessere”, tra cui le malattie dell’apparato cardio-circolatorio, il diabete, l’obesità, causate spesso da cattivi stili di vita, quali l’errata alimentazione e la sedentarietà, il comune di Turi, con l’aiuto dell’associazione Turi in Evidenza, ha tenuto domenica scorsa un incontro dal titolo “La nostra agricoltura incontra la salute e il cuore” presso il Centro Culturale Polivalente sito in piazza Gonnelli.

Oltre gli interventi del Sindaco Gigantelli e dell’Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Turi, Gianfranco D’Autilia, ad arricchire l’evento hanno contribuito le testimonianze della Dott.ssa Raffaella Lovino del Centro Ricerche Bonomo, e del Dott. Valerio Mazzei, cardiochirurgo presso la Casa di Cura “Villa Bianca” C.B.H. di Bari. Il tutto è stato coadiuvato dagli assessori Cazzetta,  Valentini e Tateo.

L’iniziativa ha voluto mettere in risalto i benefici che i principi nutritivi della frutta, approfondendo ovviamente il discorso cerasicolo locale, donano al nostro organismo attraverso il loro regolare consumo. Non è stato piacevole, durante l’incontro, rendersi conto della complessità degli interventi chirurgici a cui devono sottoporsi i pazienti affetti da problemi cardiovascolari importanti: stent e bypass, inseriti anche a cuore battente grazie alle moderne tecniche chirurgiche, oltre alle cure e ai trattamenti post-operatori.

Ecco l’importanza della frutta nel tutelare l’organismo. Una ricerca dell’Università del Michigan ha constatato che l’assunzione costante di ciliegie ridurrebbe notevolmente le malattie cardiovascolari. E’ su questa idea di preferire la prevenzione rispetto alla cura e dunque di favorire una maggiore sensibilizzazione alla salute che i paesi prettamente agricoli devono far perno, anche per ottenere una crescita di mercato costante.

La Dott.ssa Lovino ha illustrato interessanti soluzioni per ottenere questa crescita con le ciliegie di Turi. Sicuramente il comparto del fresco è quello che ci riguarda più da vicino. Ma ricercare l’aiuto delle industrie nel recupero del prodotto cerasicolo è una valida soluzione per approdare in altri settori del mercato. Si pensi ai distributori di frutta-snack, un prodotto che dopo i processi di mondatura, porzionatura e confezionamento costituirebbe un’ottima alternativa salutistica alle solite merendine.

Si pensi anche al recupero di tutte quelle ciliegie non più posizionabili nel fresco perché danneggiate esteticamente dalle ammaccature dovute al trasporto (evitabili con l’introduzione dei contenitori imbottiti), dagli sbalzi di temperatura a cui vengono sottoposte o semplicemente per ragioni naturali e atmosferiche. Utilizzarne sia la polpa che il picciolo e posizionarli nel comparto del trasformato significherebbe donare un certo vantaggio competitivo al nostro territorio: bevande di succo e polpa di frutta, succhi concentrati utilizzati nella preparazione di altri alimenti, prodotti funzionali quali quelli contenenti i fermenti che tanto fanno bene al nostro intestino, decotti di picciolo e altro ancora.

Concentrarsi su queste ottime alternative non solo permetterebbe di resistere alla pressione dei concorrenti e quindi di trarne un beneficio economico, ma favorirebbe anche una maggiore assunzione delle proprietà insite nella frutta, perché ne aumenterebbe le occasioni di consumo anche se in maniera indiretta, nonché assicurerebbe sul mercato la presenza per tutto l’anno di frutta stagionale con i suoi costituenti nutritivi come la ciliegia ferrovia, con tutti i vantaggi che ne trarrebbe la salute, tematica che interessa ciascuno di noi.

Un vero connubio tra prodotti dell’agricoltura e prevenzione.

 

 

 

 

 

 

Commenti  

 
Eliana
#1 Eliana 2013-08-15 12:55
Credo che l'affermazione "Una ricerca dell’Università del Michigan ha constatato che l’assunzione costante di ciliegie ridurrebbe notevolmente le malattie cardiovascolari" abbia una forte connotazione commerciale, non solo nel contesto della sagra della ferrovia in Turi, ma anche per il fatto che la ciliegia è un frutto breve, cioè disponibile solo per poche settimane l'anno!
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.