Domenica 18 Aprile 2021
   
Text Size

ASPETTANDO IL COMIZIO DEL "VENDITORE DI MATERASSI"

occhiosalato.jpg

Nico( la) de Grisantis. Un nome, una garanzia. Un soprannome che è tutto un programma. Sempre dubbioso su come farsi chiamare: Nico, Nicola o Colìne? Uomo dalla camminatura lenta. Colpa dei calli? Patito dei comizi. Ne ha fatti tanti! Ne ha fatte tante! Ne ha fatte grosse! E, dato che gli mancavano, se ne è inventato uno. Domenica sera, ore 18.30,  in piazza Silvio Orlandi, temporali permettendo, Di Venere Giammaria permettendo ( la chiazze jè la mèje!) il compìto, cordiale, carismatico, capzioso, conciso ( e circonciso?) Nico(la) De Grisantis terrà un pubblico comizio per vendere parole, fumo e materassi a volontà. Il Biagio Elefante della Turi eccentrik-radical-PieroPalascian-chic tenterà di battere il record di materassi venduti ed entrare nel Guinness dei primati. Turesi accorrete numerosi. Parolai incalliti fatevi sotto, il buon Nico(la) è pronto a dirci tutto e il contrario di tutto pur di continuare a cavalcare l’insuccesso. E tutti a pendere dalle sue labbra mentre lui si cimenterà nel girare  la frittata come solo lui sa fare. E da sotto il palco alcuni suoi ammiratori, per l’ennesima volta esclameranno : Càzze ce  chèpe!!!

Ma cosa dirà, ci chiediamo, la sera di domenica? Noi, grandi amici suoi, sappiamo tutto. Abbiamo potuto dare uno sguardo al suo blocchetto degli appunti. Il 50% del suo discorso sarà imperniato su se stesso medesimo in odore di santità, il 30% sulla sua Giunta, il 15% su ciò che ha fatto e su ciò che doveva fare e su come ha fatto cag…re! Infine il 5% sul tentativo di spiegare che il vescovo di Leuca, monsignor De Grisantis, non è lui.

Uomo di centro-destra prestato al centro-sinistra per fargli fare il sindaco. Quindi marcia in dietro e via, con l’ennesimo giro su se stesso,  di nuovo verso il centro-destra. Lui che ha fondato nella sua vita movimenti per il cittadino, per la bestiolina, per la pastina, per la citrosodina, che inesorabilmente affossava non appena raggiungeva la sua meta (e la sua metà). Lui che è cresciuto a suon di còccole. Coccolone. Cocco di mamma… Ha scelto di chiamare il suo comizio  “Non distruggiamo la speranza dei nostri giovani”. Da quando il De Grisantis si interessa di giovani, lui che è specializzato in macerie e calcestruzzo?  Giocattoli preferiti da bambino:  cariòle e cazzuole. Tesi di laurea in cemento ( dis) armato. Turi secondo lui era un mare di macerie. E  infatti da sindaco ha permesso che si costruisse un mare di palazzi  e gli è sfuggita di mano la situazione e… non solo quella. Ma la sua vera attività è vendere. Tremiamo tremiamo il venditore di materassi è tornato. Il suo cammino in politica non si ferma, anche se le sconfitte e l’allontanamento degli amici gli hanno fatto abbassare la cresta. Ha tentato di dire la sua  facendo l’opinionista su Fax  ma per parlare male di Gigantelli finiva per parlare male di se stesso e non se ne accorgeva. Ora, persa la fiducia di Magistà, non gli resta che tentare due strade e coronare due suoi sogni: Consigliere  alla Provincia o capo-condòmino nel suo palazzo. Auguri Nico e ad maiora.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.