Martedì 18 Giugno 2019
   
Text Size

CONTROLLERANNO LE OPERAZIONI I COMMISSARI DI MERCATO

 

 

Obblighi e diritti di compratori e produttori

E’ vietata la contrattazione al di fuori dell’area di mercato e prima di aver esaminato e

verificato la merce.

I compratori o i loro sostituti devono procedere alla contrattazione secondo l’ordine di arrivo dei produttori nell’area di mercato. La contrattazione deve avvenire esclusivamente nello spazio a ciò delimitato al quale hanno accesso solo i compratori o loro sostituti e i produttori; questi ultimi, uno per volta, possono sostare nella predetta area per il tempo strettamente necessario all’espletamento delle operazioni di compravendita. Il prezzo, una volta pattuito, non può essere modificato, se non in magazzino per il prodotto palesemente non conforme a quello offerto nella precedente fase di contrattazione. I compratori o loro sostituti devono indicare, sulla ricevuta d’impegno all’acquisto, il nome del produttore ed il numero delle cassette di prodotto contrattato.

La copia del biglietto d’asta, consegnata al produttore al momento della contrattazione, deve essere obbligatoriamente allegata alla ricevuta (madre) d’acquisto da conservare presso il magazzino.

In caso di controversie relative allo svolgimento dell’attività, i compratori o i loro sostituti e i produttori devono rimettersi al giudizio dei Commissari di mercato.

I commercianti, o i loro sostituti responsabili di magazzino non possono rifiutare la merce già contrattata e accompagnata dal biglietto d’acquisto, e sono abilitati ad interloquire con il produttore solo se in possesso dell’autorizzazione rilasciata dall’Amministrazione Comunale (tesserino).

Allo svuotamento delle ciliegie, il compratore, se lo ritiene, può contestare la merce, chiedendo l’intervento dei Commissari, i quali prelevano altri identici campioni dai colli già svuotati e da quelli non svuotati durante lo svuotamento, formando il campione rappresentativo. Quest’ultimo, se risulta non conforme al primo nella sua medietà complessiva, determina l’immediata restituzione della merce al produttore, apponendo sul biglietto di acquisto consegnato al compratore la dicitura “ non conforme”.

I produttori sono tenuti a rispettare i tempi di carenza per i trattamenti fitosanitari,

autocertificandolo su richiesta dell’acquirente; il prodotto deve essere conferito preferibilmente in cassette aerate, e di portata circa di 25 Kg, garantendone l’omogeneità e l’integrità, precisandone la qualità ed il nome commerciale. A conclusione delle operazioni d’asta o in mancanza della stessa, i produttori devono liberare l’area di contrattazione. La partita contrattata deve, obbligatoriamente, essere consegnato entro 30 minuti, alla ditta aggiudicataria; in caso di controversia all’atto del conferimento, può essere richiesto l’intervento dei Commissari di mercato. Ai produttori incombe l’onere di accertare se il prezzo del prodotto riportato sul biglietto d’acquisto è pari a quello contrattato: una volta accettato il biglietto, i produttori sono obbligati a conferire la merce contrattata al commerciante che ha rilasciato la bolla d’acquisto ed a dichiarare il nome del produttore. In caso di controversie relative allo svolgimento dell’attività, i compratori o i loro sostituti e produttori devono rimettersi al giudizio dei Commissari di mercato.

Il Sindaco, con anticipo rispetto alla campagna, nomina un numero di Commissari idoneo ad agevolare nel modo migliore le operazioni di compravendita riportate nel presente regolamento, scegliendoli tra gli Albi/Ordini dei Periti Agrari, Agronomi ed Agrotecnici. Il Sindaco non potrà incaricare la stessa persona prima di un intervallo di 2 anni ad eccezione di coloro che, sentito il parere della commissione paritetica, si riterrà di confermare per la loro professionalità ed esperienza. I Commissari operano nelle ore di svolgimento delle operazioni di compravendita, così

come precedentemente detto. I compiti dei commissari sono: vigilare sulle operazioni di compravendita presso l’area di contrattazione; apprestarsi ai magazzini su richiesta delle parti allorquando insorgono controversie; relazionare, a giorni alterni, su: operazioni di compravendita andamento del mercato, controversie insorte e sui prezzi di vendita (min e max) giornalieri per singole qualità; possono rilasciare i tesserini ai produttori che ne sono sprovvisti , avendo cura fare

sottoscrivere su apposita scheda la dichiarazione di accettazione del presente regolamento, consegnato in copia. Il Sindaco può revocare la nomina dei Commissari per gravi inadempienze. (Fonte REGOLAMENTO COMUNALE PER IL MERCATO DELLE CILIEGIE)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI