Sabato 10 Aprile 2021
   
Text Size

ADA STEFANI COME MIKE: "BRAVO, BRAVISSIMO" A TURI

La Scuola Secondaria di 1° grado “R. Resta” di Turi teatro delle esibizioni

Si sono appena concluse le fasi iniziali del concorso “Bravo, Bravissimo Junior” organizzato nella scuola Secondaria di Primo Grado “Raffaele Resta” di Turi, coordinato dalla professoressa Ada Stefani. I provini si sono svolti in tre giorni: il 20, il 22 e il 27 febbraio scorsi presso la sala teatro della scuola media in cui una giuria composta da esperti di danza, di materia letterarie e di musica ha ridotto il folto numero di concorrenti iscritti per accedere alle semifinali che avverranno il 7 e il 12 marzo prossimi. Dei 77 iscritti, ne sono stati selezionati 28: ben 4 in più di quanto prevedeva lo stesso regolamento stilato ad inizio concorso. Questo è avvenuto perché la giuria si è accorta dell’alto tasso tecnico dei ragazzi intervenuti a mostrare il proprio talento e non se l’è sentita di togliere spazio a 4 possibili vincitori.

Hanno gareggiato musicisti (chitarristi, batteristi e fisarmonicisti), gruppi di danzatori e ballerini solisti; tanti cantanti. Proprio loro, specialmente forestieri, si sono esibiti in performance che hanno fatto rimanere a bocca aperta la giuria. Meglio così quindi: le semi finali saranno più agguerrite che mai e, stavolta, non a porte chiuse. Infatti, se fino ad ora i provini sono avvenuti sotto gli occhi degli esperti, dalle prossime fasi tutti i genitori e chiunque altro potrà assistere alle esibizioni. Oltre alla platea cambierà anche la giuria: il regolamento infatti prevede un gruppo di esperti differente per ogni fase delle selezioni per poter giudicare ogni volta sotto punti di vista diversi i mini artisti.

Parlando con la Prof.ssa Stefani riguardo queste prime giornate ha espresso un pizzico di scontentezza riguardo le dimostrazioni non troppo esaltanti dei gruppi teatrali, al di sotto delle aspettative. Si è complimentata invece con la giuria e le famiglie dei ragazzi che hanno mostrato serietà e sacrificio nell’assistere i talenti nelle fasi pre-gara.

Il concorso, aperto a tutti gli alunni residenti nella provincia di Bari, frequentanti le Scuole primarie di 1° grado (ex scuole medie), di età compresa tra gli 11 e 13 anni. Un’occasione unica per mettere in luce le proprie vocazioni o, come cita il regolament, “attitudini speciali”.

L’obiettivo del concorso sarà quello di premiare durante la finale, il prossimo 4 aprile, i tre ragazzi (o gruppi) più bravi. Ognuno di essi riceverà un premio: “si spera di poter mettere in palio delle borse di studio con le quali i ragazzini potranno continuare a coltivare il sogno di diventare dei grandi artisti. Per far ciò, la scuola ha chiesto un contributo di 1500 euro al Comune di Turi, patrocinante del progetto, in modo tale da poter garantire una buona gestione del progetto e l’assegnazione di premi corposi.

Sarebbe bello vedere tra qualche anno qualcuno dei ragazzini sbocciati grazie all’iniziativa turese in qualche programma televisivo. Noi ci speriamo.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.