Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

CRISI ECONOMICA E FEDERALISMO. INCONTRO

conf._ventrella_2

Ieri pomeriggio nella sala giunta del Palazzo di Città si è svolto un incontro-dibattito sulla crisi economica e federalismo fiscale e le soluzioni per il Mezzogiorno, organizzato dal consigliere comunale Natalino Ventrella e dal costituendo laboratorio politico “Alcide De Gasperi”.

Hanno partecipato il dott. Michele Boccardi, in qualità di Consigliere regionale, il prof. Antonio Troisi, docente di Scienze delle finanze alla Facoltà di Economia e commercio dell'Università di Foggia, il dott. Nino Laruccia, segretario regionale “Popolari per il Sud” e Franco Campagna.

L’incontro è stato moderato dal giornalista Michele Lorusso.

Come espresso dallo stesso organizzatore, l’incontro è stato organizzato per avanzare proposte e nuove idee in merito agli argomenti su citati. “La nostra preoccupazione - ha esordito Ventrella - deriva dal fatto che col federalismo le Regioni e i Comuni gestiranno autonomamente le entrate fiscali dei propri ambiti di competenza.”

E’ stata ricordata l’importanza di fare sistema e associativismo (con la creazione di consorzi, organizzazioni di produttori e cooperative) per metter fine alla chiusura di molte aziende nel sud Italia.

Inoltre è stato chiesto al dott. Boccardi di fare da portavoce delle seguenti proposte nelle sedi opportune:

-          resettare i bilanci in tutte le Regioni d’Italia, attraverso interventi mirati di risanamento pubblico, in modo da far partire alla pari le stesse;

-          modificare la legge 248/2006, conosciuta come legge Prodi, la quale ha dato ampi e sproporzionati poteri alle esattorie, molto spesso al centro di abusi e vessazioni verso i cittadini e le imprese;

-          modifica per il pagamento del ticket sanitario tenendo presente che un meridionale su tre è a rischio di povertà per il reddito troppo basso o inesistente e che uno su cinque non può andare dal medico e pagare servizi di prima necessità come il riscaldamento;

-          rielaborare una nuova legge sui dazi doganali, utile a riequilibrare il costo del lavoro;

-          incentivare i controlli sulla tracciabilità dei prodotti, per indicarne la provenienza.

Commenti  

 
il faro
#2 il faro 2010-12-04 00:48
In Puglia, la procura di Taranto (pm Remo Epifani) ha aperto un fascicolo sui derivati stipulati dal Comune di Taranto con Bnl e ha preso di mira alcuni dirigenti che hanno autorizzato gli swap. L’indagine è nata da uno stralcio dell’inchiesta madre sull’emissione dei Boc, i Buoni ordinari comunali, collegata al prestito di 250 milioni di euro che il comune ionico, sprofondato nel baratro del dissesto nel 2006, stipulò con Banca Opi.
Ma è la stessa che vinse la gara a Turi?
Quando sapremo la verità e apriremo un fronte alla Corte dei Conti. A Napoli, i magistrati contabili hanno acceso un faro sui Boc del Comune.
Citazione
 
 
...
#1 ... 2010-12-03 20:08
:D Quel lorusso???? quel lorusso, sul giornale del quale un tempo venivano volgarmente avanzati dubbi sulla salute mentale di Ventrella??
Si fa presto a fare pace...
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI