Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

MA QUANDO ARRIVANO LE OPERE PUBBLICHE?

via_noci_traversa

 

Riceviamo e pubblichiamo

 


 

Che l’attuale Amministrazione comunale in questi 3 anni e mezzo abbia avuto a disposizione una marea di soldi lo dicono i documenti contabili nel tempo approvati o da approvare.

Dal rendiconto del luglio scorso si apprende che nei primi 3 anni sono stati incassati oltre 4 milioni di euro a titolo di proventi da urbanizzazioni che, sommati a quelli dell’anno in corso, raggiungono la ragguardevole cifra di circa 6 milioni (poi, magari, la cementificazione l’hanno fatta gli altri che incassarono molto ma molto meno). Di questi, almeno la metà potevano e dovevano essere utilizzati per le opere pubbliche. Invece…

Se a questi si aggiungono l’avanzo di amministrazione del 2009 (cioè i soldi non spesi lo scorso anno) di 318 mila euro ed i circa 3 milioni di euro di finanziamento a fondo perduto ottenuto per il progetto delle acque meteoriche ed i cui lavori, ancora oggi, non sono iniziati, si comprende quanto sia priva di scusanti l’inattività dell’amministrazione vista dal lato dei bisogni presenti ed espressi dalla comunità locale.

L’espansione urbanistica dell’ultimo quinquennio, tra l’altro, ha comportato il sorgere di nuovi bisogni legati alle urbanizzazioni da realizzare. E’ il caso, ad esempio, di un nuovo quartiere sorto a ridosso di via Noci dove, da anni, la gente è costretta a vivere nella polvere d’estate e nel fango d’inverno. I lavori dovevano iniziare il 29 luglio scorso e concludersi il 6 novembre del corrente anno: la verità è che, ad oggi, non sono ancora iniziate le opere previste e, con le giornate rigide e piovose prossime, è molto probabile che anche quest’inverno gli abitanti di quel quartiere lo trascorreranno tra il fango.

Stessa cosa per la strada correntemente denominata “della LIDL “. In questo caso, a seguito di un accordo del 2005, a cura e spese di un’impresa deve essere realizzata quella strada molto importante per il fondamentale collegamento di due arterie (via Rutigliano con via Casamassima): ad oggi non si intravede l’inizio dei lavori.

Ancora: solo qualche mese fa iniziarono i lavori per la realizzazione di una rotatoria su via Casamassima. I lavori sono sospesi da alcune settimane e l’area è stata recintata e abbandonata come un relitto stradale.

Intanto il capo dell’Amministrazione continua a  propagandare un inesistente “costante monitoraggio… per ridurre il più possibile il ricorso all’indebitamento “.

Alla luce dei dati riferiti, non si comprende a quale monitoraggio faccia riferimento se è vero, come è vero, che un avanzo di amministrazione di tale portata dimostra piuttosto l’assenza di controllo dei fatti che quotidianamente si sviluppano. D’altra parte, è utile ricordare che l’avanzo di amministrazione, da quando viene riconosciuto a quando si converte in soddisfazione di bisogni, nella migliore delle ipotesi decorrono circa 2 anni mentre, al contrario, quelle spese si potevano e si dovevano effettuare a tempo debito. Per cui, spese non sostenute nel 2009 che saranno effettuate nell’estate del 2011 comportano chiaramente un danno per la collettività.

Circa l’indebitamento, altra favola. Normalmente si ricorre ad un prestito se non si hanno a disposizione i soldi necessari. Nel caso del Comune di Turi, invece, c’è una notevole disponibilità di risorse finanziarie che non si traducono in opere pubbliche. Ed è qui la tristezza, altro che mutui che oggettivamente non servono.

IMG_1225

Commenti  

 
Platone
#2 Platone 2010-12-02 22:05
Desolante squallore!!!!!!"Memento auderi semper"......è questo il monito che rivolgo all'attuale Amministrazione.

:-x
Citazione
 
 
ice1
#1 ice1 2010-12-01 23:11
:o una faccina è pure troppo
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI