COLDIRETTI: AGEVOLAZIONI FISCALI PER I COLTIVATORI

Desktop

(foto di repertorio)

Giovedì scorso 25 novembre presso la sede della Coldiretti di Turi si è svolta un’assemblea dove erano presenti numerosi soci e alla quale sono intervenuti il Direttore Provinciale della Coldiretti Dott. Francesco Cosentini ed il Commissario della Coldiretti-Bari Dott. Donato Fanelli.

L’assemblea, coordinata dal segretario Domenico Colapietro, ha avuto inizio con l’intervento del Direttore Cosentini. Egli ha rivissuto l’azione che Coldiretti ha percorso dal mese di luglio con l’incontro tenutosi a Roma presso il Palalottomatica, dove erano presenti esponenti del Governo, nelle figure dei Ministri Tremonti, Sacconi e Galan, e, per Coldiretti, circa 15mila dirigenti e soci da tutta Italia. Il Presidente della Confederazione Nazionale Coldiretti Sergio Marini evidenziò, in quell’occasione, che gli impegni precedentemente presi dal Governo, riguardanti l’etichettatura obbligatoria dei prodotti agricoli, erano stati disattesi, criticando la scelta politica attuata dal Governo. Inoltre fu chiesto al Governo di ripristinare la fiscalizzazione dei contributi, la riduzione dell’accisa sui carburanti agricoli ed il ripristino della piccola proprietà contadina. L’azione della Coldiretti è proseguita per tutto il mese di luglio con blocchi alle frontiere e ai porti, insieme alla Guardia di Finanza, Guardia Costiera e Nas, che fece così scoprire e denunciare prodotti agricoli esteri confezionati con marchio “made in Italy” contraffatti, con grave danno economico e d’immagine per il settore. Successivamente il 23 luglio a Bari per il Mezzogiorno, Coldiretti ha manifestato con la presenza di 15mila coltivatori diretti e, in quella occasione, il Presidente Marini incontrò Parlamentari di destra e di sinistra, rifacendo le stesse richieste. Con la presenza del Prefetto, i Parlamentari hanno dato la disponibilità a soddisfare le richieste della Coldiretti. Il tutto si è concretizzato con l’approvazione del maxiemendamento dell’11 novembre, approvato dalla Camera dopo il consenso della Commissione Bilancio. Il provvedimento proroga dal 1 agosto 2010 le agevolazioni contributive senza scadenza.

Dopo l’ampio intervento del Direttore Cosentini, ha proseguito il dibattito il Commissario Fanelli. Secondo lui, in un territorio vocato a ciliegie ed uva come il nostro, è opportuno, come succede ad altri prodotti agricoli, che si inizi a pensare concretamente di commercializzare i prodotti nella rete dei mille “farmers market”  italiani. Questa forma di vendita diretta assicura al consumatore la tracciabilità del prodotto “made in Italy” ed un ricavo aggiuntivo al produttore. Il Dott. Cosentini ha continuato, comunicando che il 19 novembre scorso è stato siglato presso l’Hotel Palace a Bari l’accordo con un’azienda distributrice di olio, la quale si è impegnata a ritirare l’olio dalle cooperative locali aderenti alla Coldiretti per circa 1 milione di bottiglie. Il prezzo dell’olio verrà pagato ad un prezzo superiore, dando remunerazione ai produttori.

Infine ha concluso l’assemblea il segretario Colapietro, che ha ringraziato i presenti ed ha ribadito la soddisfazione del risultato ottenuto dalla Coldiretti a favore dei coltivatori. Inoltre ha precisato che in questi mesi non è stato facile rispondere ai coltivatori, alcuni dei quali scettici sul buon esito della vicenda, e, secondo lui, la Coldiretti sta facendo un ottimo lavoro, andando nelle sedi cittadine per spiegare la realtà dei fatti.