Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

COMUNE: INCONTRO DELLE ASSOCIAZIONI

inc_3

L’amministrazione comunale ha invitato il 28 ottobre scorso, presso la Sala Consiliare, prima degli eventi natalizi, per coordinare tutto al meglio, tutte le associazioni locali, iscritte e non alla carte delle associazioni, ad un incontro delucidativo in cui si è annunciata anche la imminente istituzione della consulta delle associazioni.

La consulta delle associazioni è un organo che dovrebbe riunirsi quattro volte l’anno.

inc_1

“É un atto di coraggio e di impegno;” - ha esordito il sindaco Vincenzo Gigantelli - “ogni associazione dovrà rispettarla perché non serve a nessuno avere rilevanza a scapito di altri. Essa servirà a raccogliere le idee e a renderle coerenti, vitali e compatibili con l’attività amministrativa. Non servono i soldi. Le iniziative più belle sono anche quelle che si rivolgono ai più deboli. Basta essere autentici. Vorrei che fossero coinvolti anche i carcerati. Vogliamo investire di più sulla cultura per dare a tutti un’occasione di equità, nonostante la crisi economica. Voglio dare la notizia di un avvenuto finanziamento di 48mila euro (che verranno divisi tra quattro comuni) da parte del Ministero della Gioventù, per un progetto che vedrà Turi come comune capofila.”

Riguardo alla discussione sugli eventi di Natale e sulla necessità di creare un contenitore di comunicazione unico, l’assessore Antonio Tateo ha affermato: “Secondo noi, non serve a nulla, è dannoso sovrapporre le manifestazioni perché diventano tanti eventi tutti belli ma svolti in gran confusione. Ciò non significa esclusione o perdita di autonomia”, per poi proseguire: “Vi chiediamo di poter stilare nei prossimi dieci giorni il programma degli eventi natalizi. Ad esempio, un gruppo di docenti ha già espresso la disponibilità per allestire un presepe nella scuola e tenerla aperta durante le festività. Questo è un esempio di come vogliamo che sia la nostra cittadina, cioè un crogiolo di movimento, fermento, nonostante il grave periodo di crisi per invogliare anche gli operatori economici a partecipare. Importante in questo ambito è il ruolo della Pro Loco che quest’anno si è anche iscritta alla carta nazionale, di tramite con il Comune e di coordinamento del territorio. L’amministrazione comunale per lacci vari e per vincoli di bilancio, non può intervenire direttamente nelle questioni economiche che nel 2011 saranno più ristrette, perché sarà obbligata ad utilizzare meno del 20% delle proprie, già esigue risorse. Credo fermamente che l’amministrazione ed il mio assessorato nelle ultime attività, abbia trattato in modo equanime, secondo un regolamento associativo vigente che esiste e che in alcuni momenti ho verificato che per certuni non esiste, tutte le realtà associative.”

inc_2

Il presidente Giuseppe Mezzapesa della Nuova Pro Loco ha ribadito: “Il nostro primo obiettivo è ridare lustro al paese; il secondo è coordinare tutte le associazioni. Voglio precisare, però, che la Pro Loco è vista erroneamente come un’associazione che ha liquidità a destra e a sinistra. Siamo pronti, disponibili alla collaborazione, ma bisogna arrivare ad un punto d’incontro se ci dovessero essere delle problematiche anche economiche. Sicuramente in linea con l’idea di un unico contenitore pubblicitario e comunicativo, ci impegniamo con le spese della Siae e dei manifesti. Crediamo che insieme si possa avere un risultato molto più positivo.”

Il sindaco Vincenzo Gigantelli ha dato dei suggerimenti per una pubblicizzazione anche fuori Turi e sulla realizzazione di pieghevoli che a suo parere vengono letti molto di più dei manifesti grandi. “Il nostro scopo all’interno del progetto non deve essere solo quello di informare.

Ho notato che molta gente prima di spostarsi con la famiglia, valuta l’offerta alberghiera – ristorativa. Il sabato può diventare una bella occasione per venire a Turi se c’è un’offerta.

I fuochi del 28 agosto ad esempio andrebbero proposti in occasioni come questa.”

Per le idee messe in comune tra le varie associazioni si rimanda ad un prossimo articolo.

Commenti  

 
nokuta
#4 nokuta 2010-11-02 23:14
infatti pubblicate anche quanto da il comune ad ogni associazione,quanti hanno la sede e quanti la postazione internet gratuita..già immagino..
Citazione
 
 
capagira
#3 capagira 2010-11-02 22:28
le assoc.che non hanno una sede possono usufruire della sede proloco ed la relativa connessione a internet?
Citazione
 
 
scritto da forse ma
#2 scritto da forse ma 2010-11-02 21:38
cara amministrazaione come mai non era presente l'associzione della protezione civile comunale di turi ? :sad:
Citazione
 
 
???
#1 ??? 2010-11-01 20:30
perchè non pubblicate i contributi dati alle associazioni, i relativi rendiconti con le attività realizzate,elencando chi risiede gratuitamente nei locali del comune?turiweb potrebbe aiutarci.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI