Lunedì 10 Dicembre 2018
   
Text Size

NIENTE APERTURA POMERIDIANA DELL’UFFICIO POSTALE

posta_turi

Ieri pomeriggio, nella sala giunta del Municipio, si è svolto un incontro a seguito della presentazione della petizione, promossa dal Partito democratico, per l'Ufficio postale di Turi.

All'incontro hanno partecipato il sindaco Vincenzo Gigantelli, i capigruppo consiliari: Piero Risplendente, promotore della petizione, Tina Resta, Natalino Ventrella e Pino Carenza.
Per Poste Italiane era presente il direttore provinciale e due suoi collaboratori. Il dirigente provinciale ha snocciolato cifre, mostrato
tabulati per spiegare le ragioni delle Poste e quindi la non necessaria modifica degli orari di apertura dell'ufficio di Turi.

Il consigliere Risplendente ha risposto che, pure se comprensibile una risposta di carattere tecnico da parte di un dirigente che deve pensare  in termini di economia di mercato, è inaccettabile che un ente che  svolge un servizio di utilità sociale debba essere asservito solo ed esclusivamente a criteri di economia. La logica del "servizio per la comunità" non è quella dei numeri.  Comunque il dirigente non ha escluso una rimodulazione degli orari di sportello in maniera da rendere più fruibile il servizio postale.

E il rinnovo strutturale dell'ufficio? Niente da fare almeno sino a quando non si programmerà l'attività futura. Risplendente si dice convinto che difficilmente i prossimi anni possa cambiare qualcosa.
Riguardo al decentramento, il dirigente ha proposto che il Comune si faccia carico di un servizio di bus navetta dalla periferia.

“Evidentemente non conosce la telenovela turese del secondo scuolabus! Una proposta ridicola!” – Continua il consigliere del Pd e rincara – "Non avremo un mediatore culturale all'ufficio, avevamo solo chiesto dei cartelli multilingue. Non c'è sordo più sordo di chi non vuol sentire.”

Diverso atteggiamento è stato assunto dal dirigente a seguito della descrizione fatta dal dottor Risplendente delle difficoltà dei portatori di handicap per accedere all'ufficio. In questo caso la descrizione minuziosa della impossibilità a muoversi di chi è in carrozzella, ha ottenuto una promessa formale di soluzione.

Al termine della riunione il consigliere Risplendente  si lascia andare ad una frase  liberatoria: “Staremo a vedere!”

Commenti  

 
nok
#7 nok 2010-10-29 13:32
Vorrei fare una domanda ai dirigenti dell'ufficio postale di Turi:
ma la corrispondenza la recapitate ogni mezzo chilo? Ovvero fino a che non raggiunge 500 gr. non la recapitate? Visto che così succede in via Monopoli. Spero che questa volta questo mio commento, assolutamente ironico, per adesso, sia pubblicato. Ringrazio la redazione per l'ospitalità.
Citazione
 
 
dommmix
#6 dommmix 2010-10-27 16:40
è bello vedere come si rimbalzano la palla comune e posta senza che nessuno dei due prende un iniziativa. sono daccordo con bersek bisogna manifestare il malcontento del paese, è mai possibile che bisogna prendere dei permessi orari x andare a pagare delle bollette. propongo di nn andare per un mese all'ufficio postale di turi così si spera che vedranno un calo e prenderanno provvedimenti seri nn volete fare tutti i pomeriggi ma almeno due a settimana sicuramente saranno utili e ben visti a tutti.
Citazione
 
 
sofia senior
#5 sofia senior 2010-10-27 16:21
Carissimo "ice1"grazie x la sensibilità ke mostri d'avere, affronti le stesse problematike delle mie figliole, ke a Turi proprio non ci vogliono venire in estate se non fosse x il mare di Monopoli, gli incontri a Conversano, Putignano, Noci, il pulman x la discoteca di Bisceglie ecc... Hanno studiato tutto l'anno, le capisco; quello ke mi ha rattristato è il diverbio con un vostro assessore proprio su queste pagine in estate: sono stata considerata rompi... o addirittura nordista leghista provocatrice. Io vi consiglio di cambiare in meglio la classe politica cittadina, intanto, se a Turi non circola niente di vivibile, ti so solo dire ke una "vecchia" come me qualcosa di buono l'ha fatto nel suo piccolo, le estate turesi erano la vetrina di un'attivazione culturale annuale. Voi turesi residenti vi accontentate del cinema all'aperto dove portare la tiella di pasta al forno, "ke ti debba dire"?
Citazione
 
 
ice1
#4 ice1 2010-10-27 14:25
@sofia senior: non vedo il motivo per cui turi non possa dotarsi di tutte queste belle cose....il problema serio è che a nessuno gliene sbatte un emerito ca... di far crescere il paese! tu stessa dici d'aver passato li alcune serate estive, ma sai dirmi qual'era il motivo per rimanere in loco dato che NULLA s'era organizzato per le sere della bella stagione?
Citazione
 
 
sofia senior
#3 sofia senior 2010-10-27 00:15
Ad "ice 1" direi ke non è insensata l'idea del bus-navetta ad auchan: ho passato molte serate estive nel centro commerciale immaginando di essere a Rimini o Riccione. Aria condizionata, cinema multisala, Mc Donald, negozi a iosa, banche, ufficio postale, parcheggi e tutto ciò ke a Turi manca di moderna efficienza. Lì mi sembrava sempre festa, non mi annoiavo e non esiste gente impalata in coda, disposta a perdere una giornata lavorativa per pagare le tasse comunali o bollettini vari che il servizio banco lotto non accetta.Bravo tu sì ke comprende le esigenze cittadine:-*
Citazione
 
 
bersek
#2 bersek 2010-10-26 22:11
a casamassima ci sono tre uffici postali che aprono anche il pomeriggio.
bisognerebbe fare dei sit in di proteste contro questi solerti dirigenti delle poste che invece di essere pagati per snocciolare dati basati su chiacchiere dovrebbero venire a vedere i disagi che comporta la chiusura pomeridiana dell'ufficio postale e il vergognoso disfacimento archittetonico dello stesso.
vergognatevi!
Citazione
 
 
ice1
#1 ice1 2010-10-26 19:04
*** dai, tutti ad auchan almeno li sono celerissimi, il posto è accessibilissimo a TUTTI...anche se per raggiungerlo ci vuole un'auto apposita....***, metti il bus navetta per l'auchan...CE SI CAPESC!!!
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI