Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

MALGRADO IL GUASTO IL PREZZO DELL’UVA ITALIA SALE

uva_da_tavola_Italia

Tanta pioggia si è abbattuta sui ‘tendoni’ coperti ma la temperatura calda ha favorito lo sviluppo di piccole macchie di guasto sui chicchi dell’uva. Mentre, con il freddo, tutto si sarebbe stabilizzato, adesso bisognerà rimediare togliendo gli acini guasti. Esistono i prodotti che proteggono l’acino ma non sono efficaci quando l’uva è matura. Quando l’uva è matura tutti i trattamenti finiscono per essere dei palliativi.

Ovviamente l’uva Italia che era avanti nella maturazione ha avuto più problemi. 'Partite' con uva trattenuta  acerba e con la buccia doppia si sono mantenute meglio.

Abbiamo avuto un’ottima qualità fino al momento della pioggia  intensa ma, con le premesse di cui sopra, i produttori avranno grosse difficoltà nel mantenerla fino a Natale.

Bisogna che  ri-prenda a soffiare la tramontana e i grappoli, privati degli acini compromessi dal marciume, si salveranno. Questo  lavoro di ripulitura si è obbligati a farlo, altrimenti si rischia che tutto il prodotto vada al macero.

I prezzi sono superiori rispetto agli anni precedenti e, finora, intorno ai 50/60 centesimi il chilo ma d’ora in poi tenderanno a salire e si stanno già raggiungendo i 70/80 centesimi.

Malgrado l’aumento dei prezzi rispetto agli anni scorsi, i guadagni sono diminuiti, perché i costi di produzione sono aumentati. E non ci sono e non possono esserci nuovi impianti nemmeno quest’anno.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI