Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

INAUGURATA LA MADONNA CON ROSARIO

mad.rosario4

Giovedì 7, alla presenza del sindaco Vincenzo Gigantelli, del consigliere regionale Michele Boccardi e degli assessori Cazzetta, Tundo e Tateo, Don Maurizio Caldararo ha benedetto in un’atmosfera da vera e propria festa di quartiere, accompagnata dalle note dell’Ave Maria di Gounod e caldarroste, la Madonna con il rosario, in via Vittorio Veneto.

Vincenzo Verdoni, eletto a capo del gruppo di condomini ideatori della proposta di inaugurazione della villetta, da essi stessi restaurata, e della nicchia immersa nel verde della Madonna, ha curato il discorso introduttivo ringraziando i numerosi convenuti: “Spero che un gesto così bello venga fatto anche in altri quartieri”.

Dopo di che, il sindaco, scusandosi per il ritardo per via della partecipazione all'incontro sul PIST (Piano Integrato di Sviluppo Territoriale), ha ringraziato i residenti per aver adottato un pezzo di verde. “Abbiamo già tentato con delle aziende di far ciò, ma non ha funzionato. É stata già dedicata una piazza del paese alla Madonna, piazza Santissima Annunziata presso la chiesa di S. Rocco. Bisogna curare sia il simbolo della fede di una collettività che il verde, per dare anche l’esempio alle nuove generazioni. Siamo, infatti, nei pressi di una istituzione educativa molto importante quale la scuola.”

Il parroco don Maurizio ha quindi invitato i presenti ad un momento di silenzio e raccoglimento, prima della benedizione dell’edicola votiva. “Ripercorrendo le tappe della Via Crucis, la Beata Maria Vergine ci accompagni in questo nostro cammino di fede. Ci affidiamo alle sue mani operose e misericordiose, affidando a lei tutte le nostre famiglie, affinché operi per noi. Chiediamo la benedizione di Dio, Nostro Padre.”

É seguito un momento di preghiera corale, dedicato a Dio Padre e alla Madonna.

Tanti i bambini che curiosi si sono avvicinati alla nicchia per seguire da vicino il momento della benedizione.

“Vogliamo rendere salda la nostra fede, rivolgerci a lei che era una donna ma anche una madre, semplice, umile e, quindi, capace di ascoltarci. La nostra fede non è espressa solo nella statua, ma per tramite di essa, nella nostra preghiera e presenza. Sia, quindi, essa simbolo e segno della nostra operosità e della nostra fede.”

A conclusione del profondo momento liturgico, Don Maurizio, ha dato appuntamento qui, in occasione dell’anno giubilare, nel mese di maggio, per recitare il rosario come suoi figli.

L’evento è stato festeggiato con gioiosi fiochi d’artificio e degustazione di prodotti tipici offerti dal quartiere.

Un grande augurio anche dall’“Unitalsi”, associazione nata a Lourdes, che si sente vicina a questa iniziativa con il proprio spirito mariano, la preghiera ed il volontariato.

Link precedente articolo:

http://www.turiweb.it/attualita/1949-la-madonna-del-rosario-in-via-vittorio-veneto.html

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI