Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

È CONCIME NATURALE MA IL TANFO È INSOPPORTABILE

terreno_letame

Nelle campagne verso Putignano, Gioia, Sammichele, quei pochi allevatori rimasti e alcuni agricoltori-cerasicoltori, di questi tempi usano il letame per concimare i loro terreni. Per fare questo vengono usate macchine spargiletame che percorrono le strade di campagna spargendo tanto di quel letame che rimane a cielo aperto nei fondi, emanando un forte olezzo. Per giunta nelle stradine si trovano residui di letame sfuggito alle macchine trasportatrici.

Il problema c’è sempre stato, solo che adesso la campagna è più frequentata, per esempio da gente che fa footing. E convivere con la puzza insopportabile del letame è da eroi. Per non parlare degli pneumatici delle auto sempre sporchi. Chi fa footing invece torna a casa felice per aver fatto il pieno di aria-di-campagna-doc. Cosa fare per attutire, ridurre, le problematiche legate al letame? Arare prima possibile, usare degli enzimi adatti, sperare in una copiosa pioggia purificatrice e… tapparsi il naso.

E’ vero che, come cantava De Andrè, dal letame nascono i fiori: per il momento però in attesa che sboccino, dobbiamo tenerci la puzza.

Commenti  

 
Mino Miale
#10 Mino Miale 2015-04-05 11:26
Turi ha un territorio agricolo talmente sfruttato (da prodotti chimici) che necessita trattamenti rigenerativi. Tutti lo sappiamo ma nessuno lo dice. Il letame è trattato industrialmente e rivenduto come concime organico, non chimico. Come ho fatto io da piccolo, piccolo-piccolissimo conduttore agricolo perchè non lo si fa in tanti ? Vedi "MA ANCHE" se i sicuro che sia ancora legittimo il sistema di scaricare nei ciliegeti, vigneti ecc... lo stallaggio come facevano i nostri bisnonni i quali, addirittura... portavano sul traino ... scusami... U PRìS CHìN e la cenere del braciere perchè in Natura nulla si crea ma tutto si trasforma ;-) ? SENTIMI A ME in altri posti ci sono anche ordinanze sindacali a tale proposito, non difendere l'indifendibile, tranquillo.
8)
Citazione
 
 
B. Elefante
#9 B. Elefante 2015-04-04 20:57
ancora con questa leggenda metropolitana di Turi a record di tumori, asserzione priva di alcun fondamento.
Turi è nella media.
E ci sono stati anche convegni che hanno fornito dati scientifici in proposito.
Se poi Cosimo ha qualche dato diverso a suporto di quel che assai superficialmente ed irresponsabilmente afferma, dando ancora una volta voce a quel'odio verso gli agricoltori da parte di chi non ama lavorare in campagna(e spesso da nessuna altra parte), lo fornisca.
La realtà è che in genere gli agricoltori turesi sono fra i più informati, seguiti da agronomi e rispettosi delle norme, anche in relazione ai controlli che le grosse ditte acquirenti fanno e subiscono a loro volta.
Basti poi considerare (ad esempio attualissimo....) che non si è mai sentito di morìe di api portate in periodo di fioritura di ciliegie dai tanti apicoltori di fuori regione. Di quelle che ora nona arrivano più grazie alla legge folle voluta dagli apicoltori pugliesi(apicoltori senza api api...!), che pretendono insieme agli esperti di venirci a insegnare che durante la fioritura non si tratta!
Citazione
 
 
cosimo gentile
#8 cosimo gentile 2015-04-04 05:58
Siete contro il letame perche per voi turesi che avete il triste promato di morte per tumori vi interessa solo vendere il vostro percoco e la vostra ciliegia fregandovene anche dei vostri figli.evviva il letame.
Citazione
 
 
egi
#7 egi 2011-06-13 18:56
non è vero che non fa male, sprigiona nitrati e solfati che respirati sono dannosi e sono magari le stesse sostanze che voi schifate nei cibi; provate a dormire con gli occhi che bruciano per il letame e poi mi direte se lo trovate ancora sopportabile!
Citazione
 
 
mah
#6 mah 2010-09-28 22:45
non si è obbligati ad andarci
molti ad esempio preferiscono lo smog da traffico cittadino
Citazione
 
 
la petizione
#5 la petizione 2010-09-27 23:59
raccogliamo le firme contro lo spargimento del letame.
dai redazzi, ma possibile che *****************
Citazione
 
 
Pep
#4 Pep 2010-09-27 18:36
Se dobbiamo lamentarci per la puzza di letame, cosa dovremmo fare per tutti gli altri prodotti chimici e tossici? Io preferisco tenermi un odore che, non sarà gratificante per l'olfatto, ma almeno non mette a rischio la salute. Parliamo tanto di nostalgia per le vecchie tradizioni, per la natura vera, per la purezza...ecco qui! Se il problema sono i "corridori", perchè non proporre una bella pista? Un'area footing? Io per primo preferisco le strade di campagna, ma se ci fosse un luogo adatto andrei lì a correre. La scena che più mi fa tristezza è vedere gente che va a correre presso il campo comunale, anzi...attorno alle mura che lo contengono.
Citazione
 
 
sofia senior
#3 sofia senior 2010-09-27 17:58
Concordo appieno con Francesco Lerede, notavo anch'io che correndo qui, quando i polmoni sono aperti al massimo, significava farsi un pieno di veleno.:cry:
Citazione
 
 
MA ANCHE
#2 MA ANCHE 2010-09-27 15:13
MA ANCHE...QUESTO E' COLPA DEL SINDACO?
DI INSOPPORTABILE C'E' SOLO LA SPOCCHIOSITA' DI CHI SI SENTE CULTURALMENTE ED IN QUESTO CASO COLTURALMENTE...DI LEVATURA SUPERIORE...
CON IL TANFO E IL LETAME BISOGNA SAPER CONVIVERE STANDO MOLTO ATTENTI A NON SPORCARSI...
Citazione
 
 
francesco lerede
#1 francesco lerede 2010-09-27 14:16
girando per le campagne di Turi si sente solo la puzza dei prodotti per l'uva che provengono dai tendoni...quello schifo ti entra nei polmoni e fa male alla salute. Meglio la puzza del letame...di certo è naturale e non fa male all'organismo
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI