Lunedì 28 Novembre 2022
   
Text Size

banner assange

LA QUIETE PUBBLICA REGNA SOVRANA?

piper

Una delle problematiche visibili nel nostro paese si incentra sulla disponibilità dei locali commerciali di fungere da punti di ritrovo per i giovani e sulla difficoltà di realizzare questo importante obiettivo. È comprensibile la differenza tra una grande metropoli ed un piccolo centro come quello di Turi, dove i ragazzi incontrano qualche difficoltà nel dare sfogo alla propria creatività, sempre nei limiti del rispetto cittadino.

In questo periodo stanno nascendo diversi eventi organizzati dai ragazzi turesi, sempre più interessati a creare divertimenti nella nostra cittadina, ma varie sono le reazioni da parte della comunità. I ragazzi reclamano i loro spazi nel loro paese. Forse esagerano?

DSCF1198

Un esempio di difficoltà di convivenza si è verificato lo scorso sabato quando un noto loungebar turese ha dato spazio all'iniziativa di quattro giovani turesi (Vito Lerede, Gabriele Logrillo, Dj Luca J Love e Antonio De Tomaso): la rievocazione degli anni '70, '80 e '90, realizzata con la riproposizione di abiti e musica a tema. Alle 21:30 circa, a causa dell'alta sonorità del locale, i Carabinieri si sono affrettati per invitare i presenti a ridurre il volume della musica. La festa ha comunque proseguito con un volume più ridotto. Il tutto è stato impreziosito con l'esposizione di auto e moto d'epoca funk.

DSCF1199

Ciò è scatenato dal fatto che vivendo in una comunità è giusto rispettare le norme di convivenza civile e questo è spesso in contrasto con la voglia di divertimento dei giovani e il loro desiderio di creare a Turi un punto di ritrovo anche per ragazzi provenienti da altri paesi. I Carabinieri si limitano a mantenere la serenità tra i concittadini, mediando tra le parti, cercando di far comprendere le motivazioni di entrambe.

Questa è una situazione che si ripete da tempo a Turi e per diversi esercizi commerciali.

Secondo la normativa italiana i pubblici esercizi variano a seconda della discrezione del Sindaco in base alla legge del 25 agosto 1991 n°287. Secondo quanto è possibile leggere, è demandata a quest'ultimo la possibilità di scegliere le opportune soluzioni in base alle esigenze del comune stesso. Diversa è la situazione che riguarda la musica presente negli esercizi pubblici, infatti in questo caso vi è un decreto del presidente del consiglio dei ministri (D.P.C.M. del 16 aprile 1999 n°215) che stabilisce i limiti precisi di massima pressione sonora, ovvero, 95 dB LAeq e 105 dB LASmax. Il comune di Turi sembra non presentare alcuna ordinanza in merito, per cui in giurisprudenza è possibile il libero comportamento secondo i limiti della legge nazionale.

Commenti  

 
ttt
#7 ttt 2010-09-24 22:19
se per voi il divertimento è ubriacarsi e dare fastidio alla gente, preferiamo un paese di vecchi e di gente che lavora e che vi tiene sulle spalle,***!
 
 
LUCAJLOVE
#6 LUCAJLOVE 2010-09-24 22:19
CMQ VOLEVO RINGRAZIARE TUTTE LE PERSONE VIVE E CON PERSONALITA' A ME VICINE PER LA RIUSCITA DI QUESTI PICCOLI EVENTI...............PERSONE TIPO PEPPINO SCOTELLA,VITIN LEREDE,ANTONIO DETOMMASO,FRANCESCO COLAPRICO,GABRIELE LOGRILLO,ECC................E PER IL VOLUME DICO SOLO CHE FINO A MEZZANOTTE CONTINUEREMO A DIVERTIRCI E ALZARCI ALLE 5:00 PER ANDARE A LAVORARE...................ANCORA GRAZIE...!!!!!
 
 
.........
#5 ......... 2010-09-24 00:13
ma fatemi il piacere......voi dovete dire grazie che si siano aperti a turi posti per i ritrovi giovanili......i giovani hanno bisogno di divertimento!!!!!!!!!!! e no di gente che li martelli con i loro rimproveri solo perchè cercano di trovare un modo per divertirsi..........questo paese tra una decina di anni verrà popolato solo da vecchi se si continua a pensare con questa mentalità ottusa!!!! turi fa qualche cosa e viene criticata nn la fa e viene criticata lo stesso. allora cs dovrebbe fare????
 
 
ddd
#4 ddd 2010-09-22 03:06
il problema che la vita nn è solo divertimento,feste e lustrini,ma anche lavoro............questa parola per molti è caduta in disgrazia............per cui ai ragazzi li consiglio di ***,ad alzarsi alle 5.30 e poi vediamo se alle 21.30 riescono a stare con la musica sparata a tutto volume
 
 
SANDRO.
#3 SANDRO. 2010-09-21 21:46
Turi ormai è priva di movida.....se togliamo la sagra delle ciliegie, e S.Oronzo,il movimento dei forestieri è quasi nullo,se poi teniamo in considerazione il numero dei giovani che "saltano il muro",andando a cercare divertimenti fra i paesi limtrofi;notiamo in modo chiaro che la nostra bella Turi è ormai pronta per fare da sfondo a un nuovo film western.........LA CITTA' FANTASMA....mancano i cespugli secchi che rotolano per strada.....Quindi , io dico a questi ragazzi pieni di spirito di iniziativa , BRAVI BRAVI E BRAVI!
 
 
giusto
#2 giusto 2010-09-21 12:26
è scandolalosa non la musica ma questo paese di ***
 
 
lartista
#1 lartista 2010-09-21 02:42
vogliamo parlare del volume della musica proveniente dai locali di Largo Pozzi????... è scandaloso
 

Per commentare devi registrarti

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.