Giovedì 14 Novembre 2019
   
Text Size

SANT'ORONZO, SI CHIUDE L'ERA DI MARINUCCIO?

MARINUCCIO_E_COMITATO

I collaboratori del Comitato Feste Patronali di Turi con la presente comunicano alla S.V le rispettive dimissioni dal suddetto comitato a decorrere dal prossimo anno.

Dopo circa quindici anni di devoto e continuo impegno profuso con costanza e spirito di sacrificio per organizzare al meglio la Festa in onore del nostro Patrono Sant’Oronzo, accanto al caro ed inimitabile Presidente Di Venere Giammaria, a causa di sopraggiunti impegni lavorativi e familiari e per l’oneroso impegno nell’organizzare la festa che col passare degli anni è diventato sempre più gravoso, riteniamo opportuno ritirare la nostra disponibilità e lasciare spazio a nuove menti capaci di continuare a mantenere viva la tradizione della “Festa Grande” con autentica religiosità e devozione per il Santo.”

IMG_0826

Con queste parole, i signori Capone Vito Stefano, Susca Vito Sante, Camposeo Giuseppe, Mirizzi Lorenzo, Girolamo Ludovico e Susca Angelo Vito, in rappresentanza dell’intero comitato, hanno rassegnato le dimissioni indirizzate all’Arciprete Don Giovanni Amodio, al Presidente Pro-Tempore Di Venere Giammaria e al Sindaco di Turi, dott. Vincenzo Gigantelli.

Erano anni che nei giorni successivi alle festività di Sant’Oronzo si vociferava che ‘Marinuccio’ avrebbe smesso di organizzarla. Ma ogni volta era l’ennesima: “una barzelletta”,  hanno spesso commentato molti turesi, infatti, puntualmente, al gennaio successivo era di nuovo lui a prendere in mano le redini del Comitato e a rimboccarsi le maniche per l’intera gestione.

Ma quest’anno pare si sia arrivati al capolinea. Una lettera scritta lascia poche speranze di ritorno al passato, anche se questa storia sa tanto della favola “Al lupo! Al lupo!”. Difficile crederci a primo impatto.

Intanto è doveroso dire che nel corso degli anni sono stati tanti i problemi verificatisi un po’ per volta, ma quest’anno si sono concentrati tutti in pochi giorni (fuochi, giostre, cavalcate, sbandieratori ecc.). Sarà stato questo il vero motivo che ha indotto il Comitato a mollare? O lo stress causato dalle tante malelingue che ogni anno attanagliano chi con devozione e impegno regala una delle feste patronali più belle del sud Italia alla propria cittadina?

A tutt’oggi, comunque, circolano già delle indiscrezioni assolutamente non ufficiali che vorrebbero come organizzatore della festa del prossimo anno il fiorista Andrea Saffi. È lui infatti il candidato numero uno a subentrare a Di Venere Giammaria, in quando da parecchi anni sponsorizza e segue da vicino alcuni dei rituali Oronziani turesi più belli: il lancio dei fiori, dei palloni e dei coriandoli la sera del 26 agosto dopo l’arrivo del carro trionfale in Piazza Silvio Orlandi. Al suo fianco potrebbe esserci il dott. Michele Boccardi.

SAFFI_PALLONI

Sarà vero? Lo scopriremo quando le dimissioni del Comitato saranno irrevocabili.


Commenti  

 
andrea piccolo
#14 andrea piccolo 2010-09-22 19:43
secondo me saranno loro di nuovo non daranno possibilità a nessuno di farla
Citazione
 
 
salvatore giuliano
#13 salvatore giuliano 2010-09-21 18:25
ogni anno dico che è l'ultimo. poi lo fanno sempre loro. io chiedo un po di coerenza, si sono dimessi ed è giusto dare la possibilità ad altri d organizzare questa festa. il turese che si ritroverà di nuovo il prossimo anno lo stesso comitato che oggi si è dimesso cosa dirà o penserà. nessuno ha detto un cosa: questa e una festa religiosa e tale deve rimanere .
E'facile dire tutti bravi con fatti e poi non si concede la possibilità ad altri ad organizzare la festa. basta con un monopolio e giusto cambiare può darsi che ci siano nuove persone capaci di farla, ma bisogno dare le possibilita
Dottoressa Annarita Rossi cosa è cambiato negl ultimi anni in questo paese. la festa non ha portato nulla. forestieri solo il 26 con un carro alla ***. dobbiamo dire che il paese di turi e vocazione agricolo e non turistica
Citazione
 
 
nicolaie guta
#12 nicolaie guta 2010-09-21 13:11
speriamo che il prossimo anno la festa di S.Oronzo sia veramente ricca di cultura e spettacolo vero,visto che non se ne può più di sentire 10.000 bande e neanche un bel concerto o spettacolo e non parlo dei cantanti che secondo me è uno spreco enorme buttare soldi per invitere cantanti famosi si possono investire gli stessi soldi per portare più spettacoli e cultura a questa festa meravigliosa..........
Citazione
 
 
lartista
#11 lartista 2010-09-21 02:37
concordo con tutti coloro che difendono Marinuccio e tutto il suo staff!!! Non è per nulla facile organizzare una festa del genere... ogni anno raccoglamo i frutti del loro lavoro, basta vedere quanti forestieri vengono a Turi!!!!!!!!!
Citazione
 
 
giovanni la catena
#10 giovanni la catena 2010-09-20 16:57
ma vedere il carro di Sant Oronzo cosi nessuno ha chiesto al comitato di devolvere un parte per aggiustarlo
Citazione
 
 
g.mazzini
#9 g.mazzini 2010-09-20 15:44
Perchè a Turi siete bravi solo a criticare?....quando non si fa niente è facile criticare...un po meno quando gente come il sig.Di Venere ci mette la faccia (e i soldi) da quando io facevo la prima elementare ( e di anni ne ho)...allora chi critica come *** tiri fuori gli attributi e si metta in gioco!! Il proverbio dice (in dialetto) "cu sine t m'picc, cu none t spicc". Siete d'accordo??
Citazione
 
 
dudu
#8 dudu 2010-09-20 04:59
riuscire ad organizzare non significare necessariamente raggiungere risultati di qualità. per quanto riguarda la devozione e l'impegno non ho nulla da dire, ma dico che le capacità dimostrate dal signor Di Venere dovrebbero essere utilizzate in altro modo. L'organizzazione di un evento ha bisogno di una direzione artistico-culturale, e se permettete, nella foto che rappresenta questo articolo non vedo gente con queste ***.
Se poi per voi festa patronale significa indossare l'abito buono, chiedersi se la croce in cima al carro toccherà o no l'illuminazione, se il "pallone" partirà e se i fuochi saranno 5 o 15, beh, non vi preoccupate che con Marinuccio funzionerà sempre tutto bene.***
Citazione
 
 
osservatore
#7 osservatore 2010-09-19 22:51
In questo momento particolare a Marinuccio si dovrebbe esprimere ed esprimo il mio ringraziamento per la passione e l'attaccamento nel dedicarsi all'organizzazione dei festeggiamenti del nostro santo protettore.
Può non piacere questo o quell'altro evento, si può considerare pericoloso o non conveniente qualche festeggiamento, sta di fatto che Marinuccio, fin quì, ciò che è stato capace di organizzare lo abbiamo visto.
Condivido in toto il pensiero di Annarita e non voglio certo polemizzare al solo scopo di contraddirmi per cui rivolgo l'augurio a chi, dopo Marinuccio, vorrà impegnarsi nell'organizzare la "festa grande".
Il mio solo rammarico è rivolto al "senso" oramai smarrito di questa ricorrenza e non mi meraviglio dal momento che lo hanno dimenticato anche i clerici.
Mi auguro di cuore che il senso più profondo e spirituale del martirio di S. Oronzo, in futuro, trovi una più giusta dimensione e che rappresenti il frutto di un "lavoro corale" e dove sacro e profano trovino ben delineato il loro significato.
Saluti.
Citazione
 
 
sofia senior
#6 sofia senior 2010-09-19 22:43
Ha un peso notevole l'intervento di "dudu": un serio discorso organizzativo pronto ad affiancare il modello festa di Marinuccio, conoscendolo, sarebbe lui il primo a promuoverlo. Ma si ha difficoltà ad ammettere che solo lui riesce a consegnare una idea dei festeggiamenti estivi dicamo pure sfarzosi. Lui si attiene all'originale festa barocca fin qui presentata. Ricordiamo che le festività barocche hanno ingentilito la divulgazione dell'evangelizzazione con i mezzi comunicativi contemporanei (attraverso i secoli. Che io sappia non è cocciuto ma abbastanza aperto all'attivazione di qualcosa che sappia di fattivo. Le polemiche su fuochi pirotecnici, sbandieratori, pallone aerostatico, corteo storico, fiera globalizzata etc.etc. la cantante di grido, le bande musicali sono superficiali. Fanno presa solo sul popolino. Sono manovrate da chi crede di demoralizzare gli altri che nella festività importante ci credono tutto l'anno. Io l'ho fatto quando mi era possibile, ma perchè si continua a non affiancare il lavoro del comitato, investendo il proprio fiato non solo in ***? Marinuccio è uomo di concretezze non di parole, rimboccatevi le maniche, possibile che a Turi non esiste gente capace di condividere l'esperienza e l'idea di "festa barocca" incarnata dalle scelte spettacolari di Marinuccio? Lui almeno i trenta pulman di gente che gira per feste in meridione li attira facilmente ma bisogna rendersi conto dell'incapacità generale di accogliere i forestieri in modo intelligente. Questa è un'altra risorsa sprecata, un'altra occasione sottovalutata da chi di dovere. Punto e accapo, ***, "dudu" sta parlando bene ma siamo prevenuti, forse diciamo la stessa cosa ma ci scanniamo inutilmente. Gli altri come fanno?
Citazione
 
 
Annarita Rossi
#5 Annarita Rossi 2010-09-19 20:09
Turi = critica superficiale e malevola.SEMPRE.
La critica costruttiva che sottolinea i difetti e indica i mezzi per correggerli, è la base del progresso; ma la critica distruttiva che demolisce vandalicamente tanto il buono che il cattivo senza mirare ad un più alto fine, è una piaga del carattere di tanti turesi che dovrebbe essere sradicata definitivamente. Signor/ra Dudu (????) le sue parole offendono tutti coloro che per qualche decennio hanno dedicato il proprio tempo all'organizzazione di una delle feste patronali più caratteristiche del nostro territorio. Mi auguro, invece, che la maggior parte dei turesi pensi di dover ringraziare tutti i membri del Comitato Feste Patronali di Turi per l'impegno e la dedizione profusi negli ultimi QUINDICI anni.
Ritengo con molta convinzione che tutti i cittadini spettatori e "rigorosi critici" abbiano tanto da imparare dal signor Di Venere e da tutti i suoi collaboratori che, nonostante le perenni critiche distruttive e cattive ricevute puntualmente ogni anno, siano sempre riusciti ad organizzare la festa per il nostro patrono con passione e convinzione.
Alla luce delle dimissioni del Comitato rappresentato dal nostro caro Marinuccio, mi auguro che il buonsenso e la gratitudine siano gli ingredienti essenziali per dare la degna continuità al lavoro finora svolto con tanta serietà.
Citazione
 
 
salvatore giuliano
#4 salvatore giuliano 2010-09-19 18:27
speriamo veramente
Citazione
 
 
pirata
#3 pirata 2010-09-18 23:15
forse sara il migliore dove puo dare una svolta
Citazione
 
 
dudu
#2 dudu 2010-09-18 20:11
per organizzare una grande festa, come pretende di essere quella patronale, ci vuole gente competente, nel mondo della comunicazione e dello spettacolo. Serve un team di persone qualificate, dei professionisti.
A Turi non ho mai visto niente, in ambito culturale e di spettacolo, che fosse affrontato con le dovute competenze e professionalità.
Citazione
 
 
dudu
#1 dudu 2010-09-18 20:06
ogni anno è l'ultimo per marinuccio. quando sarà la volta buona?!?!
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.