Mercoledì 20 Novembre 2019
   
Text Size

VIA RUTIGLIANO: I GELSI DELLA DISCORDIA

petizione_rutigliano_3

Torniamo ad occuparci di via Rutigliano, argomento che nelle scorse settimane ha scatenato non poche polemiche e numerosi contrasti. Come molti lettori ricordano, diversi cittadini turesi hanno voluto far ascoltare la propria protesta sull’abbattimento dei sedici alberi disposti sul lato destro della stessa via, non approvando una decisione tesa a distruggere un’immagine ormai tipica del paese e un “simbolo per i turesi”.

Abbiamo incontrato i signori Orlandi che hanno voluto fare chiarezza sull’attuale situazione e sugli sviluppi della vicenda, brevemente emersa nel consiglio comunale dello scorso 1° settembre.

“Con delibera di Giunta n.123 del 25 Settembre 2009 - esordisce Angelo Orlandi – il comune di Turi approvò un progetto esecutivo per la realizzazione di una pavimentazione e un marciapiede lungo il viale alberato di via Rutigliano”. Dalla visione del progetto accettato, si desume l’esecuzione di un marciapiede solo sul lato sinistro della strada, che da Turi conduce a Rutigliano. Per questo piano, fu stabilito un abbattimento degli alberi lungo tale versante, eseguito infatti circa 2 mesi fa, in pochissime ore e senza alcun preavviso, lasciando comunque per diverse settimane il margine sinistro con buche visibili.

La realizzazione di questo marciapiede, utile per tutti coloro che a piedi vogliono raggiungere il cimitero comunale, è da tempo attesa non solo dai residenti del quartiere, ma da gran parte dei cittadini turesi. “Il marciapiede serve – continuano i signori Orlandi – ma non si comprende il motivo dell’abbattimento di alberi che non rappresentano solo un legame affettivo per molti, ma anche un’utilità per coloro, spesso anziani, che percorrendo la strada, trovavano riparo dal sole”. Nulla si è potuto fare per impedire che gli alberi del lato sinistro fossero abbattuti.

Il 22 luglio, a seguito di un sopralluogo dei tecnici e del Sindaco, è emerso che il progetto iniziale di creare un marciapiede sul lato sinistro avrebbe creato un notevole restringimento della carreggiata. Considerata pertanto la necessità di non creare difficoltà nella viabilità di una delle vie d’accesso cittadine principali, e tenuto conto di un documento rilasciato “nel gennaio 2009 dall’ex assessore all’agricoltura Giacomo Valentini – prosegue il signor Orlandi – nel quale si chiedeva di togliere gli alberi di gelso da entrambi i lati, perché privi di valore e di specie non protetta, il sindaco ha autorizzato a valutare un nuovo progetto che potesse rispondere alle necessità della situazione”. Probabilmente per fretta o per superficialità, i progettisti interessati - “che vogliamo sottolineare non sono di Turi” - hanno recepito questo messaggio in maniera errata e la mattina del 9 Agosto la ditta appaltatrice ha provveduto a riprendere i lavori ed iniziare l’abbattimento dei sedici alberi disposti sul lato destro della strada.
petizione_rutigliano_2

Annarita Rossi, in veste di rappresentante del comitato libero di cittadini, ha presentato una petizione con circa seicento firme per impedire questa perdita. “Il progetto esecutivo – spiega la signora Rossi – non prevede alcun marciapiede sul lato destro, quindi non si capisce il motivo per il quale vogliano togliere anche questi alberi”.

Di fronte alla scarsa attenzione con la quale il progetto è stato eseguito e con la speranza di ottenere chiarimenti esaustivi sui motivi e sulle autorizzazioni per l’eliminazione degli alberi del lato destro, durante un tavolo tecnico disposto il 30 agosto, alla presenza dei signori Orlandi e di altri due firmatari, Lia Daddato e l’avv. Lello Leogrande, il sindaco Gigantelli, il vicesindaco, gli assessori e i tecnici hanno cercato di venire a capo della vicenda. Il compromesso tecnico definito per rendere la strada sicura senza distruggere gli alberi è stato identificato nella riduzione della velocità. “Purtroppo – aggiunge A. Orlandi - i conducenti giungono in maniera eccessivamente rapida e sicuramente il restringimento della carreggiata sarebbe un ostacolo alla sicurezza stradale. Si è pensato a dissuasori o una nuova rotatoria”. Rimuovendo il problema della velocità che agiva negativamente sulla sicurezza, lo stesso albero non rappresenta più un ostacolo o un pericolo. “Concettualmente è corretto – continuano – ma perché non ci hanno pensato prima?”.

“La superficialità non porta da nessuna parte” – sottolinea la signora Rossi, e questo comportamento ha sicuramente alimentato le polemiche cittadine riguardo la gestione delle opere pubbliche. “Non vogliamo enfatizzare e strumentalizzare politicamente la questione, desideriamo solo che i 16 alberi del lato destro non vengano abbattuti”.

Del “delitto ambientale”, così definito in consiglio comunale del 1° Settembre dal consigliere De Novellis ne ha dato respiro anche la consigliera Tina Resta. “Il discorso degli alberi di Via Rutigliano – così ha dichiarato - è diventato nei decenni anche un discorso affettivo. Ci sono i ricordi, anche per chi va al cimitero e chi risiede in quelle zone da anni”. “Il progetto esecutivo prevedeva altre cose, come il reimpianto di nuovi alberi”- continua la signora Resta – “pertanto bisogna avere l’umiltà di ammettere che si sta sbagliando anche rispetto alla progettualità. Chiedo pertanto il ripristino degli elementi di natura nel nostro paese”.

Commenti  

 
specialone
#19 specialone 2010-09-06 18:20
considerando che il limite in paese è di 50 km/h e considerando che in prossimità di incroci bisogna rallentare e considerando che gli incidenti sono causati da errori umani, non penso che gli alberi possano rappresentare un pericolo. Neanche nei peggiori film horror...Gli alberi assassini di via Rutigliano..... ma fatemi il piacere.
Citazione
 
 
Mario D.
#18 Mario D. 2010-09-04 22:14
Se dovesse accadere un incidente per colpa di quei 4 alberi, chi si prenderà la responsabilità dell'accaduto. Il sindaco o il comitato pro gelsi, a far casino sono tutti bravi a prendersi le responsabilità penso che nessuno dei seicento firmatari. Chi dice che sono gelsi, penso che non sono alberi da gelso, ma solo i primi quattro entrando.
Citazione
 
 
Lorenzo Gassi
#17 Lorenzo Gassi 2010-09-04 22:08
se non faccio errori vi fu' una legge credo mussoliniana che permetteva l'arredo alberato su strade che portavano al mare.
Quindi secondo un mio modesto parere,quando furono piantati questi,sicuramente sara' stato un capriccio o un'idea propagandistica di chi governava in quel periodo.
Certo che spiantarli e' un grave errore o meglio i nostri amministratori potevono trovare una soluzione che poteva essere in armonia paesaggistica e stradale.
Ora stiamo a vedere cosa sono capaci di fare:sad:
Citazione
 
 
niki65
#16 niki65 2010-09-04 21:59
Tante parole e parole vengono dette, dirette o indirette ma il vero problema rimane sempre la ,io direi la mia ;perche non fare il tratto di strada dalla croce sino al lidol a senso unico verrebbe risolto il problema dello spazio e del marciappiede penso bo!
Citazione
 
 
g.mazzini
#15 g.mazzini 2010-09-04 20:40
Quegli alberi appartengono alla storia del paese...un albero non ha mai fatto male a nessuno...se qualcuno è incappato in un incidente stradale evidentemente andava troppo forte, non è colpa degli alberi, il resto è ipocrisia allo stato puro di chi ha o avrà degli interessi.
Citazione
 
 
x il  vero
#14 x il vero 2010-09-04 20:08
bisogna mettere ogni volta i manifesti e contattare un'associazione
Citazione
 
 
residente in via rutigliano
#13 residente in via rutigliano 2010-09-04 16:38
Lo scempio è stato fatto nel momento in cui hanno spiantato gli alberi dall'altro lato della strada, facciamo togliere anche gli altri sedici e si chiude la discussione..poi magari nel progetto si può pensare di fare un reimpianto di qualche altro tipo di arbusto...e comunque quegli alberi sono pericolosissimi per la circolazione perchè non sono protetti da una staccionata continua che ne delimiti il loro spazio...anzi saranno ancor più pericolosi nel momento in cui si realizzerà il restringimento dovuto al marciapiedi.
La colpa di tutto questo è per primo l'avidità dei turesi che non hanno mai pensato di cedere un pò della loro terra per il bene comune..in questo caso per allargare una strada principale anche a loro favore,perche si sarebbero potuti realizzare anche dei parcheggi per le loro stesse macchine...e per secondo la poca propensione al futuro delle varie amministrazioni che si sono succedute negli anni che non hanno mai provveduto ad urbanizzare al meglio la zona di via rutigliano,forse perchè lì ci abitano i "morti".
Citazione
 
 
biagioelefante
#12 biagioelefante 2010-09-04 16:06
Ogni lavoro publico deve essere preventivamente conosciuto da qualsiasi cittadino, le carte di ogni appalto devono essere a disposizione di tutti, in modo che ogni volta quelli più interessati direttamente o più volenterosi e preoccupati del bene pubblico possano controllare e fare eventuali segnalazioni ai preposti.
Ma provate a chiedere a quelli che alcune volte essedone toccati sono andati a chiedere carte di appalti e contratti e progetti in comune, cosa gli hanno risposto, tutti, tecnici e politici:tutti preoccupati di non disturbare il ***......
Ecco perchè serve una epurazione totale.
Citazione
 
 
obiettivamente
#11 obiettivamente 2010-09-04 14:26
benny, dobbiamo essere completi. dobbiamo occuparci sia degli alberi che tolgono e non danno fastidio a nessuno (o solo a qualcuno), sia al verde che manca, sia al verde che c'è ma non viene adeguatamente conservato e difeso (vedasi boschetti e villette).
vorrei dire solo una cosa a chi pensa che gli alberi siano ingombranti, io penso che sono molto più ingombranti le nostre auto e i nostri pensieri. crediamo che il mondo debba essere a misura d'uomo con la solita logica antropocentrica, dimenticando che dovrebbe essere l'uomo a misura dell'ambiente. quindi provate un po' ad usare le gambe o la bici e vedrete quanto vi piacerà il verde!!
Citazione
 
 
BENNY
#10 BENNY 2010-09-04 12:24
dobbiamo essere realisti...vi lamentate di alcuni alberi che restringono la strada e non pensate al verde pubblico che manca?????roba da matti....:P:P:P:cry:
Citazione
 
 
king
#9 king 2010-09-04 12:01
Comunque, dopo l'evolversi della vicenda è opportuno che in merito ai lavori, ogni azione da compiersi venga resa pubblica ed esaminata anzitempo dal numeroso comitato dei cittadini "pro-gelsi".
Per garantire la sicurezza sarebbe opportuno fare la rotatoria innanzi al cimitero e convogliare il traffico di ingresso in paese, su via del lidl.

Inoltre, concordo con centovolte in merito al citato personaggio e le sue passeggiate rischiose a centro strada.:D Chissà, forse lo fà per far ridurre la velocità ai veicoli in transito..!!;-)
Citazione
 
 
centovolte
#8 centovolte 2010-09-04 02:11
io ci abito sulla via ,apprezzo i signori orlandi,l unico che da fastidio e il signor valenti che non ha imparato ancora un *** che per raggiugere casa sua deve mettersi al lato della strada e non passare per il centro,e lui ingombrante!
Citazione
 
 
vito catoz.
#7 vito catoz. 2010-09-04 00:58
in pochissime ore e senza alcun preavviso.
e chi doveva essere avvisato? e dai un pò di monasticità

signori se mettiamo i rallentatori, faremo le stesse cose (strumentalizzazioni politiche) di via scarnera e dintorni. al turese non va mai bene niente. se si tocca lui in prima persona, subito la raccolta di firme. e allora continuiamo a raccogliere firme che fra poco ci chiameranno il paese dei firmaioli. anzi mi correggo. gia lo siamo se parliamo dei militari.
Citazione
 
 
Lorenzo Gassi
#6 Lorenzo Gassi 2010-09-03 22:47
mi scusi consigliere denovellis ma lei vive nel consiglio come maggioranza o e' invisibile?
Ci volevano le firme e ribellioni per poter discutere l'argomento?
Qui' si parla di “Con delibera di Giunta n.123 del 25 Settembre 2009
ora che fate i paladini delle cause perse?
come disse il mitico toto'....ma mi faccia il piacere:D
rido x non :cry:
questo e' la stessa storia della pista ciclabile ..prima la fate,poi rompete ed adesso versa in totale abbandono..........grazie amministrazione gigantelli,turi sapra' ben ricompensarvi *** e mai piu' rivederci
Citazione
 
 
sofia senior
#5 sofia senior 2010-09-03 22:22
Caro Pep, vorrei proprio capire dalle particelle catastali come stanno le cose, ho già detto che i primi a tacere su questo argomento dovreste essere voi che avete costruito a più non posso sul ciglio della strada. Comunque nè tu nè io siamo in grado di DECIDERE in merito :o Si assuma le sue responsabilità il signor sindaco, è pagato per questo.:-)
Citazione
 
 
TURITRIBE
#4 TURITRIBE 2010-09-03 22:19
Immagino che una maggiore attenzione ed una maggior cura del dettaglio nella progettazione dei lavori, poteva portare anche a salvaguardare gli alberi esistenti sulla via.
Anche perchè non necessariamente per approntare lavori di ammodermento ed urbanizzazione bisogna porre in essere misure così drastiche, quali l'azzeramento della vegetazione.
Che ne so si potrebbe pensare ad alberi più "congeniali" con la sede viaria e l'urbanistica presente, sostituendo in tal modo (visto che il danno è stato fatto) i 16 arbusti.
Via Rutigliano deve essere rivisitata del tutto, l'intersezione con la strada d'accesso al cimitero ha bisogno di un rotonda o quantomeno della segnaletica orizzontale (le striscie queste sconosciute a Turi) che segnalino le corsie di accelerazione e decellarazione, di pannelli luminosi per chi arriva da Rutigliano della presenza dello stesso incrocio, oltre al fatto che si sta entrando in un centro abitato con bande sonore di rallentamento al posto dei dossi.
DELL'AERA Graziano.
Citazione
 
 
specialone
#3 specialone 2010-09-03 22:12
Questa è bella. Gli alberi sono inutili. Prendi un qualsiasi libro di biologia e vedi se gli alberi sono inutili. Invece di andare con la macchina in giro, prova ad usare le gambe. Gli alberi sono lì fermi, non si muovono, non parlano, non urlano, non fanno niente di male. Anzi....
Cementifichiamo tutto che è più bello!!!! Ma fatemi il piacere!!!!!!!
Citazione
 
 
Pep
#2 Pep 2010-09-03 20:22
Ancora con sta storia!? Tutto il rispetto per la natura, ma quegli alberi sono davvero inutili! Io abito in zona, quindi vivo in prima persona la situazione. Vorrei davvero farvi vedere cosa deve fare una macchina per immettersi in via Rutigliano: quegli alberi ostacolano la vista, costringendo le auto ad avanzare quasi fino al centro della carreggiata! E voi? Pensate alla pausa-ombra delle nonnine? Ma fatemi il piacere! L'unica cosa che c'è da fare è completare i lavori togliendo i gelsi anche dall'altro lato.
Con i *** ne riparliamo quando le radici dei gelsi distruggeranno il muretto ***, poi che si fa? Chiediamo i danni al comune per non averli tolti? ***
Citazione
 
 
sofia senior
#1 sofia senior 2010-09-03 19:58
Il dott. Mino Miale si è raccomandato per ringraziarti nell' aver posto attenzione, in sede consiliare comunale, sulla questione dello storico viale alberato in gelsi di via Rutigliano. Grazie dottoressa Tina Resta, saremo citati negli annali turesi, comunque vada;-)
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.