Sabato 10 Aprile 2021
   
Text Size

CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

comune

L’amministrazione comunale ha approvato le modifiche e le integrazioni al Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili, approvato con deliberazione consiliare n. 88 del 06-12-2007. L’attenzione è stata rivolta agli artt. 3 e 4, che riguardano il luogo di celebrazione e l’orario e calendario di celebrazione.

Circa il primo punto è stato deciso che i matrimoni civili vengono celebrati pubblicamente, in base alla disponibilità ed in rapporto al numero dei partecipanti:

  • nella stanza del Sindaco;
  • nella Sala Giunta;
  • nella Sala convegni del Centro Culturale Polivalente;
  • nel Chiostro del Centro Culturale Polivalente;
  • nella Stanza del Centro Culturale Polivalente
  • nel Chiostro dei Francescani.

I matrimoni civili vengono celebrati dalle ore 10,00 alle ore 12,30 e dalle ore 16,30 alle ore 18,00 e non si effettuano celebrazioni nei giorni:

  • il 1° gennaio;
  • il 6 gennaio;
  • il lunedì di Pasqua;
  • il 25 aprile;
  • il 1° maggio;
  • il 2 giugno;
  • il 15 agosto;
  • il 26 agosto (festa patronale);
  • il 1° novembre;
  • l’8 dicembre;
  • il 24 dicembre, il 25 e 26 dicembre;
  • il 31 dicembre.

Questo è quanto stabilito dal C.C. n° 24 del 30 Luglio dove il consiglio comunale ha preso atto che sono stati effettuati lavori di restauro alla struttura di proprietà comunale sita in via Pietro De Donato Giannini, adiacente la Chiesa di San Giovanni Battista, ove insiste il “chiostro dei Francescani” che rappresenta un vero gioiello di architettura locale e, pertanto, meritevole di essere valorizzato appieno. Inoltre, nell’ottica di offrire una maggiore disponibilità da parte dell’ente comunale nell’espletamento del servizio in parola, hanno ritenuto opportuno estendere l’orario previsto per la celebrazione dei matrimoni civili nelle giornate di domenica anche alle ore pomeridiane.

Sull’argomento, la consigliera Resta ha chiesto le cause della scelta della stanza dei ragazzi del Centro Culturale Polivalente, quale luogo per la celebrazione dei matrimoni civili, in aggiunta alla Sala Convegni e al Chiostro dello stesso Centro Culturale. A questa richiesta, il Sindaco ha precisato che l’utilizzo di ulteriori locali vuole sopperire alla eventualità di dover escludere da tale disponibilità la Sala Giunta del Palazzo Comunale a seguito dell’impegno assunto con il Comando dei Carabinieri circa la temporanea allocazione dello stesso presso la sede comunale.

Commenti  

 
gigia
#3 gigia 2010-08-18 22:05
a uomo gay: grazie per avermi fatto sorridere, con la vostra ironia che sempre vi contraddistingue:-);-)
Citazione
 
 
Uomo gay
#2 Uomo gay 2010-08-18 11:44
Ma si parla solo di matrimoni etero o anche di matrimoni gay?
Citazione
 
 
sofia senior
#1 sofia senior 2010-08-10 20:37
Ah, il chiostro dei frati francescani, a che punto sono i lavori di rentestauro, può diventare un' interessante meta turistica religiosa subito o dovrò posticipare al "dopo Giga"? Ma non è un rimprovero,di +, questa sì ke è una critica: cosa c'è sotto la polvere che artatamente hai provveduto a rimuovere dalla "pesa pubblica"? Mi capisci *** ? Evitiamo pettegolezzi da spiaggia-ti, sappiamo nuotare "grazie a Dio"! Solo questo modo di comunicare può darti possibilità, coraggio rispondi;-)esplicitati come facevi a scuola (ITC S. Pertini), il tuo tempo è scaduto già da un pezzo. Ti voglio bene:-)
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.