Giovedì 21 Novembre 2019
   
Text Size

COLDIRETTI IN CORTEO A BARI PER MOBILITAZIONE

coldiretti

Una mobilitazione della Coldiretti è prevista per oggi a Bari dove, un comunicato della stessa, prevede che saranno in 10mila gli imprenditori agricoli delle regioni del Mezzogiorno a marciare su Bari. Tra loro, anche una delegazione di Turi che si unirà al corteo, che da Piazza Diaz, raggiungerà il piazzale antistante la Prefettura. Obiettivo è illustrare le proposte della Coldiretti sulla “Manovra Finanziaria”, in discussione alla Camera.

Dopo gli appuntamenti a Roma e Milano, è Bari la capitale dell’agricoltura meridionale, per rivendicare importanti provvedimenti per il settore agricolo: la revoca della sospensione delle rate delle multe sulle quote latte, la stabilizzazione della fiscalizzazione degli oneri sociali per le zone svantaggiate, l’azzeramento dell’accisa sul gasolio per uso agricolo destinato alle serre, il finanziamento del Fondo Bieticolo-Saccarifero.

Sono previsti gli interventi della Dirigenza Coldiretti e l’incontro con il Prefetto di Bari per la consegna del documento illustrativo dei temi della mobilitazione.

Sono state diverse le manifestazioni che, da Nord a Sud, hanno interessato, solo nell’ultimo anno, la Coldiretti e tutti gli agricoltori d’Italia che si sentono penalizzati dalla manovra economica varata dal governo. Gli incentivi chiesti da tempo e tanto attesi sono poi stati dirottati per altri settori, lasciando così al settore agricolo l’amara constatazione di una situazione in continua crisi e con grandi difficoltà.

Gli allevatori chiedono maggiori garanzie sui problemi che da anni li attanagliano, quali il prezzo, le contraffazioni, le importazioni anonime di latte. Da uno studio fatto dalla Coldiretti, inoltre, i produttori di latte in regola hanno subito costi per la gestione delle quote latte pari a 2,42 miliardi di euro, dei quali, 1,7 miliardi per l’acquisto delle stesse, 150 per il loro affitto, 220 per il versamento del prelievo e 350 milioni per l’adesione alla rateizzazione prevista dalla legge 119/03. La Coldiretti chiede che vengano restituite queste somme e dice “no” al congelamento delle multe per le quote latte, proposto con un emendamento della Lega, che ha invece definito una proroga di 6 mesi del pagamento delle stesse, che scadevano il 30 giugno.  Gli agricoltori rivogliono indietro i soldi spesi per uno dei settori più importanti per l’Italia e per il made in Italy.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.