Domenica 17 Novembre 2019
   
Text Size

NUOVO CARCERE, L'ULTIMA PAROLA AL MINISTRO ALFANO

carcere-turi-esterno

IL SAPPE ACCOGLIE LA PROPOSTA AVANZATA DA GIGANTELLI E BOCCARDI, E SPERA NEL MINISTRO ALFANO IN VISITA IN PUGLIA.

La prossima settimana il Ministro della Giustizia Angelino Alfano farà visita in Puglia. Le speranze di poter costruire un nuovo carcere a Turi, le cui proposte sono state già avanzate dal sindaco di Turi Gigantelli e dal dott. Michele Boccardi, si riaccendono.

In una nota scritta dal SAPPE (Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria), giunta proprio in questi minuti alla redazione, il segretario Federico Pilagatti si dice speranzoso per la settimana prossima che, a questo punto, “potrebbe essere decisiva per conoscere quante possibilità ci sono affinché nell’agro di Turi possa veramente essere costruito un nuovo grande penitenziario Metropolitano.”.

LA VISITA DI ALFANO - “Dopo  gli incontri della Segreteria Nazionale del SAPPE  con  il senatore Luigi D’Ambrosio  Lettieri - scrive Pilagatti - c’è stato anche quello con il ministro Raffaele Fitto che ha promesso un suo fattivo interessamento alla questione. La  prossima settimana sarà presente in Puglia il ministro della Giustizia Alfano, che sulla questione del nuovo carcere a Turi potrebbe dare un responso definitivo. Come si sa, tutto parte dalla proposta avanzata nei mesi scorsi dal sindaco di Turi Vincenzo Gigantelli e dal dottor Michele Boccardi che stanno credendo in un progetto che fino a poco tempo fa poteva considerarsi una boutade, ma che grazie alla serietà, alla volontà ed alla tenacia di questi uomini politici, inizia a trovare riscontri e apprezzamenti molto importanti e concreti.”.

Queste sono le dichiarazioni del segretario Pilagatti che prosegue: “In questo contesto il SAPPE si inserisce quale interlocutore serio e professionale che sta  illustrando con dovizia di particolari, quali possano essere   le ricadute positive di  un progetto del genere nell’intero sistema penitenziario pugliese, nonché ai risvolti economici per tutto il circondario in cui sarebbe allocato il nuovo penitenziario.”.

LA PROPOSTA DEL NUOVO CARCERE - Pilagatti illustra la proposta progettuale: “La proposta del Sindaco di Turi e del dottor Boccardi parte dall’individuazione di un area demaniale di circa 100.000 mq in agro di Turi chiamata ‘ex polveriera’ che, rappresenterebbe un luogo ideale (anche da un punto di vista logistico) per la nascita di una struttura che oltre a sostituire il vecchio e fatiscente carcere di Turi, assurgerebbe a ruolo di Penitenziario metropolitano per la città di Bari, con riflessi assai positivi sia per il vecchio e pericolosissimo Penitenziario di corso De Gasperi,  che per gli altri Istituti della Regione che non ce la fanno più a sopportare il peso  di un sovraffollamento di detenuti, fuori controllo.”.

“Il SAPPE - conclude il segretario - è ben cosciente che la strada è ancora lunga, impervia e difficile, ma le condizioni per poter avere, quantomeno  una chance ci sono tutte. Riteniamo che in questo momento particolare per la Regione, lasciarsi scappare un simile investimento sarebbe deleterio sia per la situazione penitenziaria che per l’intera economia della zona del sud-est Barese.”.


Commenti  

 
da me
#1 da me 2010-03-20 19:36
speriamo bene...
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.